Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

Note di regia del documentario "0,9 Ampere"


Note di regia del documentario
Questo film racconterà la storia della terapia elettroconvulsivante, più comunemente nota come Elettroshock. Spesso nell'immaginario comune l'elettroshock viene associato alla sedia elettrica, tutti noi abbiamo negli occhi tremende immagini di convulsioni incontrollate e bava alla bocca, ma la Tec è stata inventata per guarire. Allora com'è possibile che una terapia abbia nel tempo assunto una forma tanto funesta?
Il film cercherà di aprire una porta su questa cura ancora misteriosa e tanto dibattuta.
Il documentario partirà dall'invenzione della Tec (Terapia elettroconvulsivante). Attraverso la testimonianza di uno storicodella medicina cercheremo di tratteggiare il cloma che si respirava nell'ambiente psichiatrico al momento della sua invenzione nel 1938 e che persona fosse il suo inventore, lo psichiatra Ugo Cerletti. Ad integrare la preziosa testimonianza storica ci saranno un filmato inedito girato da Cerletti stesso durante la sperimentazione della terapia alla fine degli anni trenta, conservato da uno studente e giunto fino a noi, e delle lettere, indirizzate allo psichiatra, scritte dai primi pazienti sottoposti alla Tec. Cerletti, per monitorare l'andamento nel tempo della sua invenzione, chiese ai suoi pazienti di scrivere dei rapporti su stessi. Le lettere saranno integrate da voci fuori campo. Partirà una prima voce a cui si aggiungerà una seconda, poi una terza, una quarta e così via, sovrapponendosi, intrecciandosi fino ad un climax corale. Questa fuga di voci sarà abbinata a fotografie in primo piano, di pazienti psichiatrici degli anni trenta, che dissolvendo una dentro l'altra seguiranno il crescendo emotivo delle voci.

Giotto Barbieri