Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby
locandina di "Luigo"

Cast

Interpreti:
Angelo Donato Colombo (Luigo)
Giovanni Morassutti (Zeno)
Marta Lunetta (Michela)
Valentina Carrino (Sara)
Amadou Douval (Immigrato)
Bob Messini (Padre)
Riccardo De Torrebruna (Direttore)
Giuseppe Antignati (Ispettore)
Giada Cameriere (Ispettrice di Polizia)
Claudio Righini (Borseggiatore)
Antonio Berardone (Boss)
Giulia Quartaroli (Bibliotecaria)
Martina Franziska Bacher (Truccatrice)
Massimo Don (Fruttivendolo)
Leo Mantovani (Pescatore)

Soggetto:
Stefano Usardi

Sceneggiatura:
Stefano Usardi

Musiche:
Sursumcorda

Montaggio:
Alberto Rigno

Costumi:
Dalia Narkeviciute

Scenografia:
Paola Bonatelli

Fotografia:
Luca Orlandi

Suono:
Giampiero Sanzari

Casting:
Verdiana Battaglia

Aiuto regista:
Giacomo Ravenna

Produttore:
Caterina Francavilla

Organizzatore Generale:
Katia Nesci

Trucco:
Benedicta Bosco

Color Correction:
Sergio Cremasco

Assistente alla Regia:
Paolo Ravanini

Segretaria di Edizione:
Brunella De Laurentis

Actor Coach:
Verdiana Battaglia

Direttore di Produzione:
Chiara Trerè

Luigo


Director: Stefano Usardi
Year of production: 2017
Durata: 93'
Tipology: lungometraggio
Genres: commedia
Country: Italia
Produzione: FiFilm Production
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Camera: Red Epic
Formato di proiezione: DCP, colore
Titolo originale: Luigo

Storyline: Il film racconta la vita di Luigo che ha completamente dilapidato il proprio patrimonio personale mettendo in scena personaggi fantasiosi di cui assume l'identità pagando.
Vive in un piccolo appartamento nel centro di Bologna con il fratello Zeno e con l'aiuto dell'amica Michela, decide di recuperare il corpo di un immigrato al mare per mettere in scena il proprio funerale e poter così scappare dai creditori.
Preso alle strette dall'ispettore di una fantomatica agenzia delle entrate non si capacita di come poter fare. Tenta ben due volte la fuga, ma non riesce a scappare dall'Italia ed è costretto a tornare indietro. Nel pieno della disperazione esistenziale decide, assieme al fratello e all'amica Michela, di procurarsi un corpo per simulare la sua morte. Dopo estenuanti attese finalmente il telegiornale annuncia l'ennesima strage del mare, così i due protagonisti decidono, a malincuore, di recarsi in spiaggia. Dopo aver faticosamente caricato il corpo inerme del giovane africano tornano a Bologna. Giorni dopo, mentre stanno preparando tutto per la messa in scena finale, si rendono conto che il ragazzo non è morto. A quel punto tutti i piani sono sconvolti, e il protagonista fatica a trovare una soluzione, che si presenta improvvisa con il malore dell'ispettore nel pieno delle indagini.

Ambientazione: Bologna

  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto

Notizie