Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

La Comunità Invisibile


Regia: Bartolomeo Pietromarchi
Anno di produzione: 2004
Durata: 46’ 23”
Tipologia: documentario
Genere: arte/sociale
Paese: Italia
Produzione: Fondazione Adriano Olivetti; in collaborazione con European Cultural Foundation, Fondation de France, Fondation Evens, SMart Project Space
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: DV Cam
Formato di proiezione: DVD, colore
Titolo originale: La Comunità Invisibile
Altri titoli: The Invisible Object. Art in Social Change

Sinossi: Realizzato in Francia, Olanda e Italia nell’ambito del progetto culturale Trans:it. Moving Culture through Europe, il film indaga realtà periferiche urbane nelle quali ‘comunità invisibili’ sono andate costituendosi tramite la riorganizzazione di rapporti sociali, elaborando delle culture parallele a quelle del paese in questione. Il documentario si è concentrato sulla narrazione e descrizione dei progetti degli artisti, lasciando in sottofondo il carattere peculiare della città. Il filo rosso che unisce la narrazione del film è un contesto urbano quasi indifferenziato: la periferia di Parigi e quella di Roma o di Rotterdam presentano caratteri e problematiche molto simili facilmente confrontabili e assimilabili. Il multiculturalismo, i luoghi abbandonati, l’immaginario e la memoria collettiva, la trasformazione ambientale e sociale sono le tematiche che determinano il contesto preso in esame.

Ambientazione: Parigi (Francia) / Roma / Rotterdam (Olanda)

Periodo delle riprese: 2003 - 2005

Note:
Trans:it è un progetto di documentazione delle diverse pratiche di intervento artistico sul territorio in Europa che indagano la questione dello spazio pubblico, del suo significato e della sua definizione attraverso l'arte, la società, le politiche urbane e culturali. Come parte integrante del progetto sono stati prodotti tre documentari in cui, nelle 11 tappe corrispondenti ad altrettante città europee, sono stati intervistati artisti, curatori, architetti, critici ed intellettuali. Inoltre nel giugno di quest'anno è uscito in libreria il libro "Il luogo (non) comune. Arte, spazio pubblico ed estetica urbana in Europa" a cura di Bartolomeo Pietromarchi, edito da ACTAR, Barcellona. Attraverso la documentazione di oltre 50 tra artisti (da Mario Airò a Lucy Orta) e progetti (da Nouveaux Commanditaires in Francia a Nuovi Committenti in Italia), emerge un sentire comune che dalla Norvegia alla Turchia , dalla Spagna alla Bulgaria , da Cipro alla Romania restituisce un contesto condiviso dove artista, istituzione e società civile sperimentano nuove relazioni entro cui ricercare forme inedite di convivenza, comprensione e visione dello spazio urbano. Trans:it è un progetto della Fondazione Adriano Olivetti in collaborazione con la European Cultural Foundation, Fondation Evens, Fondation de France e The J.F. Costopoulos Foundation.

  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto

Notizie