Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

Io Rifletto 2


Director: Andrea Sbarretti
Year of production: 2014
Durata: 100'
Tipology: documentario
Genres: antropologico/sociale
Country: Italia
Produzione: Anamnesi3film
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Aspect Ratio: HD
Camera: Sony Zi
Formato di proiezione: HD, colore
Titolo originale: Io Rifletto 2

Storyline: Io Rifletto è il primo film documentario che racconta non solo Terni, ma i Ternani.

Si tratta di sei episodi principali che fanno da base ad ulteriori sottostorie, con protagonisti incontrati talvolta occasionalmente, nei posti frequentati dai giovani.

I temi sono i più disparati: l’apertura della pesca alla trota sul fiume Nera, il calcio dilettantistico visto attraverso una partita dell’ Olympia Thyrus, Miss Reginetta d’Italia e il dietro le quinte, un ragazzo indeciso se fare un figlio con la propria compagna o no, una coppia la cui differenza di età di lì a poco li farà separare, una bambina prodigio, un ragazzo che non ama lavorare in fabbrica, una coppia che fa cortometraggi sul sesso e tante altre vicende.

Io Rifletto nasce nel 2011 con 7 documentari girati in 7 diverse località Umbre. Questa che andrà al cinema prossimamente, è la seconda serie. Sei nuove storie racchiuse in un film.

La particolarità di Io Rifletto, è la caratterizzazione maniacale della topografia dei luoghi: il luogo diventa il protagonista, tanto da plasmare chi vi ci abita. È il racconto di una generazione, tra amori che sbocciano e dolore per la loro fine: tra speranze di trovare lavoro e il sottile piacere del dolce far nulla. I ragazzi pedinati dalla telecamera per ore ed ore, alla fine esausti cedono e posano la loro maschera pirandelliana, facendo affiorare la loro vera indole.

La telecamera sempre vicinissimo ai protagonisti ne coglie ogni minima smorfia e raccoglie ciò che c’è di più sincero dai loro volti.
Un tour de force che condensa in 100 minuti oltre 100 attori. Un grande lavoro di montaggio che intreccia le vite di ragazzi tra loro spesso sconosciuti.

Il montaggio è l’anima del film ed insieme alle musiche underground delle discoteche più di tendenza degli anni ‘ 90, traccia e chiude un’ epoca, quella dei trentenni che ignari (nel maturare della loro giovinezza), hanno visto la metamorfosi di quest’era, con l’avvento dei social network, dei cellulari e di tutto ciò che è caduto sulle loro teste, proprio nel momento della loro crescita.

Ambientazione: Terni

  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto