Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby
locandina di "Claudio Lolli: Salvarsi la Vita con la Musica"

Cast


Soggetto:
Salvo Manzone

Sceneggiatura:
Salvo Manzone

Montaggio:
Salvo Manzone

Fotografia:
Salvo Manzone

Produttore:
Salvo Manzone

Claudio Lolli: Salvarsi la Vita con la Musica


Regia: Salvo Manzone
Anno di produzione: 2002
Durata: 52'
Tipologia: documentario
Genere: biografico/musicale
Paese: Italia/Francia
Produzione: Epinoia
Distributore: n.d.
Data di uscita: n.d.
Formato di ripresa: DV
Formato di proiezione: DV, colore
Titolo originale: Claudio Lolli: Salvarsi la Vita con la Musica
Altri titoli: L'Album dei Lolliani - Claudio Lolli how save your Life with Music - The lollians Album

Sinossi: Nella Bologna degli anni '70, luogo del confronto politico e del dibattito tra studenti, delle esperienze di vita comune tra artisti, musicisti, nascevano canzoni di ironia e di protesta, di amore ed indignazione civile. Cantanti e gruppi musicali accompagnavano l'aggregarsi dei giovani nelle piazze.
Protagonista di questo periodo, il cantautore bolognese Claudio Lolli viene cercato e ascoltato da migliaia di giovani, che ritrovano nelle sue canzoni il travaglio intellettuale e politico, personale ed intimo, che caratterizza il Movimento del '77. I suoi dischi sono comprati. Chiunque sappia fare qualche accordo con la chitarra prova ad intonare le sue canzoni.
Ma qualcosa accade alla fine di quegli anni: un improvviso silenzio segue e segna luscita dei suoi nuovi LP, le sue canzoni non sono pi ascoltate quanto prima, in pochi conoscono il titolo dei suoi ultimi album
Eppure dagli anni '80 ad oggi, Claudio Lolli ha continuato, sebbene ad un ritmo pi lento e lontano dalle luci della ribalta, a comporre canzoni, incidere dischi, ha iniziato a scrivere libri. Si messo anche a fare altro: ad un certo punto della sua vita si ricordato di avere una laurea conservata da qualche parte ed ha iniziato ad insegnare in un liceo.
Un documentario su Claudio Lolli, dunque, per incarnare il desiderio di molti lolliani di sapere di pi sul personaggio abbozzato dalle sue canzoni e sulluomo dai contorni cos evanescenti, tracciati solo da pochissime notizie collezionate qua e l; il desiderio di conoscere il suo volto, di ascoltare la sua voce che racconta e si racconta, questa volta senza musica.
Questo film prova a ripercorrere la strada di Claudio Lolli, attraversando i suoi trent'anni di vita musicale, dal primo album Aspettando Godot del 1972, inciso per la EMI, fino a Dalla Parte del torto del 2000, registrato per l'etichetta indipendente Storie di Note.
Ascolta la storia delle sue canzoni, dei suoi racconti, quindi la sua storia, come quella di tutte le persone per le quali la sua musica ha significato molto.
Scopre i tanti lolliani, vecchi e nuovi, presenti in tutta Italia, che continuano ad ascoltarlo e ad apprezzarlo, che formano questa strana "catena dei lolliani", alimentata non da un fenomeno mediatico, ma dall'amore per la sua musica.

Sito Web: http://www.epinoia-prod.com/lolli

Ambientazione: Bologna

Video


Foto

Notizie