I viaggi di Roby
locandina di "Tienimi Stretto"

Cast

Interpreti:
Salvatore Lazzaro (Commissario Mancuso)
Peppino Mazzotta (Peppino Masini)
Denise Sapia (Denise Di Berardino)
Vincenzo Sapia (Salvatore Bonanno)
Annalisa Insardà (Maestra)
Costantino Comito (Mario Furfaro)
Moisé Curia (Roberto Basile)
Salvatore Patè (Jackie Gambino)
Maria Grazia Maniscalco (Angela Basile)
Federico Cimo' (Questore)
Antonio Sgro (Pasquale Lopez)
Gianni Pellegrino (Mario Basile)

Produttore:
Anna Patrizia Uva

Tienimi Stretto


Regia: Luca Fortino
Anno di produzione: 2011
Durata: 93'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico
Paese: Italia
Produzione: Ali Libere; in collaborazione con Filmaker Italia
Distributore: n.d.
Data di uscita: n.d.
Formato di ripresa: HD
Titolo originale: Tienimi Stretto

Recensioni di :
- TIENIMI STRETTO - Una Denuncia contro le mafie

Sinossi: Denise Di Berardino è una bambina di sette la cui vita è segnata dalla disgrazia di avere due genitori tossici ed alcolizzati. Per evitare le botte che quotidianamente incassa, finita la scuola suole andare a casa del signor Basile, lavoratore onesto e persona di gran cuore. Ormai per Mario Basile, vedovo e con due figli a carico, è diventata la figlioletta più piccola. Ma Mario purtroppo ospita un noto boss latitante da mesi al quale per ovvi motivi non ha potuto rifiutare il favore. Denise si ritrova così a vivere involontariamente una realtà che non le appartiene e che mai avrebbe dovuto conoscere. Da quando Salvatore Bonanno, il latitante, vive a casa Basile, il figlio diciassettenne di Mario, Roberto, si è messo in testa di diventare uno n’dranghetista. Mario fa di tutto per dissuaderlo dalle sue convinzioni tentando di spiegargli che non può esistere vita se non da persona onesta. La figlia Angela, laureanda in lettere e filosofia e di tutt’altra pasta, suole aiutare la piccola Denise nel fare i compiti per casa.
Arriva il giorno in cui la presenza della bambina non va a genio a Salvatore Bonanno che ordina a Mario di non farla più presentare a casa. Ma Denise è come una figlia e nessuno trova il coraggio di comunicarle una notizia che alla sua età potrebbe essere percepita come un abbandono. Mario decide così di lasciarla venire raccomandando tuttavia di farla uscire sempre prima del rientro del boss. Tutto procede secondo i piani fino a quando, un giorno qualunque, Salvatore rientra senza fare alcun rumore. La bambina si nasconde di fretta in una credenza della cucina e....

Video


Foto