I viaggi di Roby
locandina di "Sonetáula"

SonetŠula


Regia: Salvatore Mereu
Anno di produzione: 2008
Durata: 157'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico
Paese: Italia/Francia/Belgio
Produzione: Lucky Red, La Fabbrichetta, Haut et Court, Artemis; in collaborazione con Rai Cinema, Viacolvento
Distributore: Lucky Red
Data di uscita: 07/03/2008
Formato di proiezione: 35mm, colore
Ufficio Stampa: Lucky Red Ufficio Stampa
Vendite Estere: Celluloid Dreams
Titolo originale: SonetŠula

Recensioni di :
- SOTTO18 - SONETAULA, c'era una volta in Sardegna

Sinossi: .L'azione si svolge in Sardegna tra il 1937 e il 1950. Sonetŗula ha dodici anni all'inizio della storia, venticinque al suo tragico epilogo. Servo-pastore nell'adolescenza, il padre al confino, cresce figlio di bosco, con le splendide figure del nonno e di zio Giobatta come guida. A diciotto anni Sonetŗula reagisce a un affronto sgarrettando il gregge del provocatore. Non risponde alla chiamata dei carabinieri, sceglie la latitanza e diventa bandito: assalti stradali, ammazzamenti, vita randagia da fiera inseguita, paura, solitudine...e la vendetta sull'uomo che aveva incolpato il padre di un delitto non commesso. Il destino di Sonetŗula si intreccia con quello di Maddalena, cresciuta in casa, sempre amata, e di un altro ragazzo, Giuseppino, che ha fatto una scelta diversa allontanandosi dal richiamo della tradizione. Al contrario di Sonetŗula, Giuseppino si stacca dalla sorte comune e "si salva" accettando l'inevitabilitŗ dello sviluppo in Sardegna dove, sopra suoni di greggi e raffiche di mitra, passano gli elicotteri dell'antimalaria e sui casolari e i paesi del dopoguerra si accende il miracolo dell'energia elettrica.

Ambientazione: Santadi (CA) / Narcao (CA) / Nuxis (CA) / Carbonia (CA) / Siurgus Donigala (CA) / Orgosolo (NU) / Oliena (NU) / Tempio (SS) / Bosa (OR)

Periodo delle riprese: 28 settimane

"Sonetáula" Ť stato sostenuto da:
Ministero per i Beni e le Attivitŗ Culturali (MiBAC): 900.000 euro (delibera del 23 e 24 maggio 2005 - opere prime e seconde)
Sardegna Film Commission
Eurimages


Libro sul film "SonetŠula":
"SonetŠula"
di Giuseppe Fiori, 153 pp, Einaudi, collana I Coralli, 2000
Sonetaula Ť il soprannome di un ragazzino sardo, servo pastore, che riesce ad avere un proprio gregge, ma scivola nell'inevitabile subcultura del mondo pastorale e si spinge sulla via senza ritorno del banditismo. E' la "condanna dell'ovile", trafila comune a quasi tutti i ragazzini di quegli anni (1937-50) nella Sardegna dell'entroterra. A questa si sottrae un coetaneo che, divenuto neccanico, Ť caposquadra nella lotta all'anofele, combattuta dagli Americani nel 1944 per liberare l'isola dalla malaria. Diversamente dall'amico, il meccanico si "salva" dalla sorte comune grazie alla diversa realtŗ lavorativa in cui riesce ad entrare. Un testo scritto quarant'anni fa e, recentemente, rivisitato dall'autore.
Prima stesura del romanzo avvenuta nel 1960.
Brossura.

prezzo di copertina: 10,33


Note:
La pellicola di Mereu Ť montata in due versioni: una per un film per le sale cinematografiche ed una in due episodi da 95 minuti per la TV per RAI Fiction.
"SonetŠula" in sardo significa "rumore di legno".


Video


Foto