I viaggi di Roby
locandina di "Liberarsi: Figli di una Rivoluzione Minore"

Cast

Interpreti:
Monica Guerritore (Teresa Oggi)
Roberto Zibetti (Pietro)
Daniela Fazzolari (Alba)
Gaetano Amato (Fabio)
Rosa Pianeta (Maria)
Giuseppe Zeno (Antonio)
Giacomo Battaglia (Don Pino)
Serena Rossi (Teresa da Giovane)
Francesco Vitiello (Fabio da Giovane)
Chiara Carnevali (Maria da Giovane)
Carmelo Assumma (Bruno)

Soggetto:
Salvatore Romano
Annarita Pinto

Sceneggiatura:
Salvatore Romano
Annarita Pinto

Musiche:
Scialaruga

Costumi:
Flora Brancatella

Scenografia:
M. Grazia Bono
Aldo Zucco

Fotografia:
Elio Bisignani

Casting:
Francesca Grenci

Produttore:
Salvatore Romano
M. Teresa Bono

Assistente Operatore:
Emiliano Chillico

Liberarsi: Figli di una Rivoluzione Minore


Regia: Salvatore Romano
Anno di produzione: 2008
Durata: n.d.
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico/storico
Paese: Italia
Produzione: Loading Production
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: 35mm e HD
Formato di proiezione: 35mm, colore e bianco/nero
Titolo originale: Liberarsi: Figli di una Rivoluzione Minore
Altri titoli: Children of Lesser Revolution

Sinossi: Pietro è un giovane giornalista, di origini italiane, che vive a Toronto. Alla morte della madre, torna a Reggio Calabria per seppellirla accanto al padre, Antonio, morto quando lui era appena nato. In Calabria conosce gli amici dei genitori e scopre che il padre è morto durante la rivolta di Reggio Calabria del 70, rivolta scoppiata per rivendicare il diritto della città dello stretto ad essere capoluogo di regione ed ad avere un adeguato sviluppo economico. Questa verità a lui fino a quel momento sconosciuta, gli fa decidere di rimanere in Italia per indagare sulle vere ragioni della morte del padre. Attraverso l'amicizia con Alba, una giovane bella ragazza, figlia del migliore amico del padre, a Don Pino, prete del gruppo di amici ed alle notizie fornitegli da Maria, una donna dal passato tumultuoso, Pietro inizierà il suo viaggio nel passato, alla scoperta di quella verità che sconvolgerà la vita di tutti i personaggi.

Ambientazione: Reggio Calabria / Campo Calabro (Aspromonte)

Note:
Il film è stato girato interamente tra Reggio Calabria e comuni limitrofi, numerose locations sono state individuate sulla bellissima Costa Viola. La troupe ridotta di circa 30 persone ha lavorato con impegno, passione e versatilità . Quattro settimane di riprese no stop, 18 mila metri di pellicola 35 mm e 5 ore di girato in HD, che equivalgono a circa il 15% del film.
Quasi 200 comparse impiegate, che hanno lavorato tutte in forma di volontariato. Più di 15 i mezzi di scena anni 70’ utilizzati, Più di mille litri di acqua consumati, per far fronte a temperature anche intorno ai 45 gradi che ha caratterizzato il mese di riprese.
Le scene del Canada, sono state girate in Aspromonte in due giorni. Le scene delle barricate sono state girate presso Campo Calabro


  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto