I viaggi di Roby
locandina di "La Città Invisibile"

Cast

Interpreti:
Alan Cappelli Goetz (Luca)
Barbara Ronchi (Lucilla)
Nicola Nocella (Remo)
Leon Cino (Sorin/Saimir)
Roberta Scardola (Valeria)
Gabriele Cirilli (Padre Juan)
Riccardo Garrone (Nonno Carmine)

Soggetto:
Giuseppe Tandoi
Emanuele Nespeca
Mario Rellini

Sceneggiatura:
Giuseppe Tandoi
Emanuele Nespeca
Mario Rellini

Musiche:
Stefano Fonzi

Costumi:
Dejana Sremcevic

Scenografia:
Mauro Vanzati

Fotografia:
Gianluca Ceresoli

Produttore:
Giuseppe Tandoi

Produttore Esecutivo:
Gianluca Arcopinto

Produttore Esecutivo:
Emanuele Nespeca

Operatore di Macchina:
Leone Orfeo

La Città Invisibile


Regia: Giuseppe Tandoi (opera prima)
Anno di produzione: 2010
Durata: 90'
Tipologia: lungometraggio
Genere: commedia
Paese: Italia
Produzione: Esprit Film, La Fabbrichetta
Distributore: Iris Film Distribution
Data di uscita: 30/07/2010
Formato di ripresa: HD Cam
Formato di proiezione: 35mm, colore
Ufficio Stampa: Reggi & Spizzichino
Titolo originale: La Città Invisibile

Sinossi: La terra trema… e il mondo non è più lo stesso.
Tutto cambia. Cambiano i paesaggi, cambiano le persone, cambia la vita. Spesso i cambiamenti sono solo l'inizio di una nuova vita. Una vita che può sorgere dalle ceneri di una città distrutta, dalle rovine di una città come l'Aquila.
Questo è ciò che accade a Luca e Lucilla. Entrambi vittime, come i loro familiari e i loro amici, di una tragedia forse annunciata, ma al contempo forse inevitabile.
Tutto sembra essersi interrotto quella fatidica notte del 6 aprile 2009, eppure la vita deve continuare: Luca e Lucilla studiavano medicina all’Università dell’Aquila, il primo con la speranza in realtà di sfondare nella musica rock, lei con la passione di aiutare il prossimo. Entrambi scelgono di non abbandonare la loro città e continuare la loro professione di studenti all’interno di una emergenza (post-terremoto) nella quale si sentono di essere parte attiva. I loro sogni, i loro desideri, le loro paure e ansie non sono state abbattute dal terremoto, anzi si sono rafforzate.
Luca non crede in Dio, Lucilla è guidata da una fede incrollabile. Luca suona in un gruppo rock, mentre Lucilla ama la musica sacra. Luca e Lucilla sono due ragazzi apparentemente distanti, lontani eppure il crollo della città, delle case, delle pareti, ha aperto nei loro cuori la possibilità di incontrarsi e stare vicini per percorrere insieme la via che porta alla loro città invisibile.
Attorno a loro, la comunità delle tendopoli, i sopravvissuti, coloro che si muovono tra le varie città che l'Aquila è stata e potrebbe essere, come “le città invisibili” descritte da Marco Polo a Kublai Kan nel romanzo di Calvino che si mescolano alle loro storie come i fili della tela di un ragno, lasciandone intravedere la trama senza mai svelarla davvero.
Un viaggio alla ricerca della fede, quella vera che nasce dal perdono e dalla ricerca di domande e risposte che diano un senso a tutto ciò che è la vita.

Ambientazione: L'Aquila / Roma

Periodo delle riprese: 16 settembre 2009 - 17 ottobre 2009

"La Città Invisibile" è stato sostenuto da:
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Protezione Civile
Provincia dell'Aquila
Comune dell’Aquila
Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC): 200.000 euro (Interesse Culturale - Opere Prime e Seconde)


Video


Foto