I viaggi di Roby
locandina di "Espero"

Espero


Regia: Alessandro Quadretti (opera prima)
Anno di produzione: 2015
Durata: n.d.
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico
Paese: Italia
Produzione: Officinemedia
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: Full HD
Camera: Sony A7S + Atomos Ninja Blade
Formato di proiezione: DCP, colore
Ufficio Stampa: Michela Giorgini
Titolo originale: Espero

Sinossi: La storia è quella di Pietro, un uomo che naufraga in mezzo a un mare senza nome, in un tempo indeterminato, su una barca che sa a malapena portare; l’unica compagnia è un gatto di nome Achab. Ha poche cose da mangiare e poca acqua da bere. Il tempo scorre lento, tra i silenzi e l’assenza di qualsiasi altro essere umano. Pietro non scende mai dalla barca e non si bagna nell’acqua del mare.
Quando ormai la solitudine sembra ineluttabile, un mattino viene svegliato dall’urto con un’altra imbarcazione sulla quale trova un uomo più vecchio di lui e moribondo, Giacomo, che Pietro raccoglie e porta con sé. Il rapporto tra i due è teso, segnato da silenzi e sospetti che aumentano quando il vecchio raccoglie dal mare un ragazzo, Enea, che entra velocemente in conflitto con Pietro. Arriva così il momento in cui la violenza si palesa e rompe il precario equilibrio tra i tre uomini, fino alla fuga di Pietro che non può però evitare il ritorno e il confronto con Giacomo e la propria coscienza.

Ambientazione: Cesenatico / Salento (Gallipoli)

Periodo delle riprese: Dal 6 ottobre 2014 per 3 settimane

  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto