I viaggi di Roby
locandina di "E la Vita Continua"

Cast

Interpreti:
Ricky Tognazzi (Dott. Nordiani)
Francesco Pannofino (Padre Lorenzo)
Emanuela Rossi (Madre Lorenzo)
Pietro De Silva (Dott. Venturelli)
Ludovico Fremont (Lorenzo)
Cesare Bocci (Attilio)
Laura Lattuada (Giovanna)
Andrea Dianetti (Adriano)
Saverio Deodato Dionisio (Dott. Saveri)
Arianna D'Amico (Elisa)
Stefano Di Lauro (Sandro)
Claudia Fiorentini (Sonia)
Michele Morrone (Ragazzo Incosciente)
Paolo Triestino (Paolino)

Soggetto:
Pino Quartullo
Anna Parravicini

Sceneggiatura:
Pino Quartullo
Anna Parravicini
Tommaso Ranchino

Musiche:
Vasco Rossi
Pivio
Aldo De Scalzi

Montaggio:
Michele Antonelli

Costumi:
Nicoletta Ercole

Scenografia:
Marta Zani

Fotografia:
Antonello Emidi
Andrea Valacchi (assistente operatore)
Giuseppe Spampinato (aiuto operatore)
Stefano Palla (aiuto operatore)

Suono:
Tullio Morganti (fonico)
Sabrina Quartullo (montaggio)

Aiuto regista:
Roberto Urbani

Produttore:
Girolamo Sirchia

Produttore Esecutivo e Direttore di Produzione:
Nicola Liguori

Produzione esecutiva e direzione di produzione:
Tommaso Ranchino

Assistente alla regia:
Cecilia Triestino

Assistente alla regia:
Enzo Musumeci Greco

Segretaria di edizione:
Marianna Tricarico

Coordinatore di produzione:
Igino Pucello

Assistente di produzione:
Mattia Ranchino

Assistente di produzione:
Daniele Maurizi

Assistente di produzione:
Jacopo E. Tricoli Isidori

Supervisore alla produzione:
Annamaria Liguori

E la Vita Continua


Regia: Pino Quartullo
Anno di produzione: 2012
Durata: 20'
Tipologia: cortometraggio
Genere: sociale
Paese: Italia
Produzione: Fondazione Trapianti Milano
Distributore: n.d.
Data di uscita: n.d.
Post Produzione: Color Correction presso Augustus Color
Formato di proiezione: colore
Ufficio Stampa: Reggi & Spizzichino
Titolo originale: E la Vita Continua

Sinossi: Lorenzo, giovane laureato in filosofia, d'estate lavora come bagnino. Attilio un noto attore che soffre di una grave patologia epatica. Le loro vite s'incrociano in modo tragico e meraviglioso allo stesso tempo, attraverso la donazione dell'organo del ragazzo improvvisamente scomparso a causa di un incidente con la moto. Attraverso la sensibilizzazione che il migliore amico di Lorenzo, Adriano, giovane speaker radiofonico, mette in atto nei confronti della famiglia, inizialmente contraria, e al lavoro del personale NIT, che coordina i trapianti nel nostro Paese da ormai 30 anni con risultati eccellenti, i familiari di Lorenzo acconsentono alla donazione degli organi.
Grazie a questo gesto generoso, Attilio dopo una estenuante attesa, sempre sostenuto dalla moglie Giovanna e dal figlio Sandro, torna a vivere e a regalare al pubblico la sua arte e alla sua famiglia la passione per la vita. Nel tramonto di Lorenzo, c' una nuova alba per Attilio, che lo fa sopravvivere eternamente grato a chi ha compiuto un gesto che regala la vita, la donazione degli organi.

Video


Foto