I viaggi di Roby
locandina di "Cuccioli - Il Codice di Marco Polo"

Cast

Interpreti:
Monica Ward (Voce di "Olly")
Laura Lenghi (Voce di "Diva")
Paolo Lombardi (Voce di "Portatile")
Edoardo Nevola (Voce di "Clilindro")
Gigi Rosa (Voce di "Pio")
Paola Giannetti (Voce di "Maga Cornacchia")
Gerolamo Alchieri (Voce di "Ambrogio")
Enrico Di Troia (Voce di "Cuncun")
Franco Mannella (Voce di "Canbaluc")
Pino Ammendola (Voce di "Aldo")
Tiziana Avarista (Voce di "Alda")
Mario Bombardieri (Voce di "Bamba")
Luigi Ferraro (Voce di "Rajim")

Soggetto:
Francesco Manfio
Sergio Manfio

Sceneggiatura:
Francesco Manfio
Sergio Manfio
Anna Manfio (Collaborazione)
Davide Stefanato (Collaborazione)

Musiche:
Sergio Manfio
Lorenzo Tomio
Michele Minniti
Orchestra Haydn di Bolzano e Trento

Montaggio:
Umberto Barison

Fotografia:
Mauro Lovadina

Produttore:
Francesco Manfio
Sergio Manfio

Produttore Esecutivo:
Francesco Manfio

Art Director:
Marco Pegoraro

Art Director:
Massimo Pegoraro

Art Director:
David Sossella

Direttore di Produzione:
Patrizia Calzetta

Grafica:
Giorgio Cavazzano

Cuccioli - Il Codice di Marco Polo


Regia: Sergio Manfio
Anno di produzione: 2010
Durata: 80'
Tipologia: lungometraggio
Genere: animazione/per bambini
Paese: Italia
Produzione: Gruppo Alcuni, Gruppo Edebè; in collaborazione con Rai Cinema
Distributore: 01 Distribution
Data di uscita: 22/01/2010
Formato di proiezione: 3D, colore
Ufficio Stampa: 01 Ufficio Stampa / Giulia Martinez / Ufficio Stampa Gruppo Alcuni
Titolo originale: Cuccioli - Il Codice di Marco Polo

Sinossi: Maga Cornacchia odia Venezia. La sua avversione per la città risale a quando era una giovane Maga e durante un esperimento di magia era caduta nella laguna suscitando l’ilarità di tutti i Maghi presenti. E adesso che ha trovato sull’Himalaya il Palazzo che contiene tutte le magie inventate dai Maghi orientali negli ultimi cinquemila anni, ha intenzione di usare i trucchi del Palazzo della Magia per unico obiettivo: prosciugare la laguna e trasformarla in una città come tutte le altre, con le strade al posto dei canali e motorini e macchine al posto di gondole e barche. In altre parole, distruggere Venezia.
E c’è un solo modo per fermarla: ritrovare il Codice di Marco Polo che contiene le istruzioni per rintracciare, ed accedere, al magico Palazzo di Venezia, che giace sotto il Ponte di Rialto, dove sono racchiuse le magie che potrebbero contrastare i malefici sortilegi di Cornacchia. All’epoca in cui Marco Polo compiva i suoi viaggi, infatti, i mercanti veneziani che tornavano dalla Cina avevano saputo dell’esistenza del Palazzo della Magia sull’Himalaya e ne avevano ricostruito sotto la laguna uno perfettamente identico, dotato degli stessi incantesimi.
Ma per arrivare al Codice bisogna entrare in possesso della pietra lasciapassare che il Gran Khan aveva donato a Marco Polo e che – si racconta – sia stata abbandonata dal celebre viaggiatore nell’Oasi di Kebab, in Asia Minore.
E i Cuccioli non si tirano indietro per affrontare la più impegnativa delle sfide, recuperare il Codice di Marco Polo e salvare Venezia. Anche se si tratta di interrompere le loro attività in giro per il mondo.
La gatta Olly era impegnata in uno stage presso la Polizia di Chicago; Diva, da papera sfrontata, sta calcando le passerelle delle sfilate di Parigi per inseguire il sogno di diventare una top model; il coniglio Cilindro ha trovato lavoro come bodyguard di una diva di Hollywood, mentre la rana Pio, aspirante attore, sta facendo un provino per il reality “Il Grande Nasello” ma non viene preso perché sa nuotare solo a rana…
Così, dopo una sosta a Londra per rifornirsi di una serie di dispositivi tecnologici degni di James Bond, i Cuccioli partono alla ricerca della pietra lasciapassare, prima tappa, l’Oasi di Kebab, Asia Minore. E in un alternarsi di inseguimenti mozzafiato, indagini avvincenti, colpi di scena inizia così una lotta senza esclusione di colpi di magia per la caccia al Codice, contro un’implacabile antagonista che metterà in campo qualunque maleficio per portare a compimento il suo diabolico progetto.

Note:
La grafica dei Cuccioli nasce da un’ idea di Giorgio Cavazzano.

Video


Foto