Sudestival 2020
Meno di Trenta


Altro


Enrico Rava


Filmografia dal 2000:
2019 » doc Chet is Back. Chet Baker: partecipazione, musiche
2016 » doc Enrico Rava: Note Necessarie: partecipazione, musiche
2012 » doc Dentro i Colori del Jazz, Gianluigi Trovesi: partecipazione
2010 » doc Riprese delle Registrazioni e del Backstage della Trasmissione Radiofonica "Il Dottor Djembe": partecipazione
2009 » doc 1,2,3,4… Videoritratti di Cesare Marchini: partecipazione
2009 » doc Bollani Portrait in Blue: partecipazione
2007 » doc Jazz Istruzioni per l'Uso: partecipazione
2006 » doc Franco D'Andrea - Jazz Pianist: partecipazione

Biografia:
Enrico Rava è sicuramente il jazzista italiano più conosciuto e apprezzato a livello internazionale. Da sempre impegnato nelle esperienze più diverse e più stimolanti, è apparso sulla scena jazzistica a metà degli anni Sessanta, imponendosi rapidamente come uno dei più convincenti solisti del jazz europeo. La sua schiettezza umana e artistica lo pone al di fuori di ogni schema e ne fa un musicista rigoroso ma incurante delle convenzioni. La sua sonorità lirica, risalta fortemente in tutte le sue avventure musicali. Tra la sua numerosa discografia sono da segnalare gli imperdibili Quartet (ECM 1978) “Rava l’opera Va” (Label Bleu 1993), “Easy Living” (ECM 2004), "Tati" (ECM 2005) e “The Words and the Days” (ECM 2007), "New York Days" (ECM 2009), "Tribe" (ECM 2218) e " On The Dance Floor " (ECM 2293). Lungo è l'elenco dei musicisti con i quali ha collaborato, italiani, europei, americani: Franco D'Andrea, Massimo Urbani, Stefano Bollani, Joe Henderson, John Abercrombie, Pat Metheny, Archie Shepp, Miroslav Vitous, Daniel Humair, Michel Petrucciani, Charlie Mariano, Joe Lovano, Albert Mangelsdorff, Dino Saluzzi, Richard Gallliano, Martial Solal, Steve Lacy, Mark Tuner, John Scofield ecc... Ha effettuato tour e concerti in USA, Giappone, Canada, Europa, Brasile, Argentina, Uruguay partecipando ai più importanti Festival di jazz al mondo. È stato più volte votato miglior musicista nel sondaggio annuale della rivista "Musica Jazz”. Nominato “Cavaliere delle Arti e delle Lettere” dal Ministro della Cultura francese, nel 2002 ha anche ricevuto il prestigioso “Jazzpar Prize” a Copenhagen. Negli ultimi anni è comparso ai primi posti della classifica della rivista americana Down Beat, nella sezione riservata ai trombettisti, alla spalle di Dave Douglas, Wynton Marsalis e Roy Hargrove, e in quella riservata ai migliori gruppi, con il quintetto denominato TRIBE. Ed è la prima volta che una formazione italiana figura in tale classifica. Nel 2011 per Feltrinelli Editore è uscito il libro INCONTRI CON MUSICISTI STRAORDINARI - La storia del mio jazz, ovvero la storia degli ultimi cinquant’anni di jazz nelle parole divertite e divertenti di uno dei protagonisti assoluti della musica contemporanea. Il luglio 2011 lo ha visto protagonista di un tour europeo con un nuovo grande progetto "Tea for Three" insieme a: Dave Douglas, Avisahi Cohen e Uri Caine. Nell'ottobre 2013 è stato pubblicato per l'editoriale L'Espresso "Rava On The Road" con un gruppo costituito da Giovanni Guidi, Roberto Cecchetto, Stefano Senni e Zeno De Rossi e l'Orchestra Sinfonica del Teatro Regio di Torino diretta da Paolo Silvestri. Attualmente, oltre al suo RAVA TRIBE (insieme a Gianluca Petrella, Giovanni Guidi, Gabriele Evangelista e Fabrizio Sferra) ama esibirsi con il quartetto di recentissima costituzione con Francesco Diodati alla chitarra, Gabriele Evangelista al contrabbasso ed Enrico Morello alla batteria. Con questa nuova formazione, affiancata da Gianluca Petrella, nel Gennaio 2015 ha registrato un nuovo album per l'ECM "Wild Dance", che ha riscosso un grande successo e apprezzamento di pubblico e critica. Rava New 4et è stato eletto miglior gruppo del 2015 secondo il sondaggio della rivista Musica Jazz.
(ultima modifica: 24/02/2017)