Streeen.org
I Viaggi Di Roby

CINELIDO 2 - A Ostia dal 14 al 17 luglio


CINELIDO 2 - A Ostia dal 14 al 17 luglio
Il Porto Turistico di Roma, uno dei beni in confisca più grandi d’Europa, torna ad ospitare l’arena all’aperto di Cinelido - Festival del Cinema Italiano, l’evento dedicato alla promozione e valorizzazione del cinema breve e dei talenti emergenti italiani. Dopo il successo dello scorso anno, la manifestazione sarà in programma dal 14 al 17 luglio prossimi e offrirà un ricco calendario di incontri e di proiezioni – totalmente gratuito - rivolti al pubblico degli appassionati e degli addetti ai lavori nell’ambito dell’Estate Romana.

CHI SIAMO

Cinelido è organizzato da Zen Movie, una delle più importanti realtà europee operanti nel mondo del cortometraggio, e fondato dal regista Premio David di Donatello Giulio Mastromauro, Direttore Artistico del Festival, da Andrea Cicini, A. D. dell’agenzia di comunicazione Gruppo Matches, e da Alberto De Angelis di Hundred Dreams Production. Il Festival si inserisce nel progetto di rilancio e di riqualificazione socio-culturale del Municipio X di Roma, supportato dall’Amministrazione Comunale e da tutte le Istituzioni, esteso in particolare al territorio limitrofo alla Marina.

L’obiettivo è quello di gettare un ponte tra culture diverse che si affacciano sul Mediterraneo ed offrire al pubblico delle periferie l’occasione di avvicinarsi al cinema breve. Il progetto, promosso da Roma Capitale - Assessorato alla Cultura, è vincitore dell'Avviso Pubblico triennale "Estate Romana 2020–2021–2022" curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE. È, inoltre, vincitore dell’Avviso Pubblico 2022 della Regione Lazio “Interventi regionali per lo Sviluppo del Cinema e dell’Audiovisivo” e del Bando del Ministero della Cultura per la promozione cinematografica e audiovisiva – Festival, rassegne, premi (2021).

LE MADRINE E LA GIURIA

Madrine del Festival saranno alcune tra le giovani stelle nascenti del cinema italiano: le attrici Angela Curri, Eleonora De Laurentis, Chiara Vinci e Gaja Masciale affiancheranno nella presentazione delle quattro serate il regista e attore Niccolò Gentili, che condurrà sul palco di Cinelido anche in questa seconda edizione. Il Presidente di Giuria dell’edizione 2022 sarà il regista Phaim Bhuiyan, già vincitore del David di Donatello per il Miglior Esordio con il film Bangla e regista dell’omonima serie RAI. Si conferma anche la caratteristica formazione popolare della giuria, composta da appassionati di cinema e da studenti del Municipio X di Ostia, con la collaborazione del Punto Luce delle Arti di Ostia e di Save The Children Italia.
Le 34 opere in concorso - suddivise tra le diverse sezioni Mediterranea, Altri Lidi e Cinelido - sono selezionate da un Comitato diretto e coordinato dai registi e sceneggiatori iraniani Ali Asgari e Farnoosh Samadi (membri dell’Academy), che nell’ambito dell’evento presenteranno anche il corto “Pilgrims”, da loro diretto, e quest’anno in cinquina per il David di Donatello al miglior cortometraggio. I corti concorreranno per i premi di ciascuna sezione e per i riconoscimenti assegnati da Rai Cinema e FICE-Federazione Italiana Cinema d’Essai.

LE SERATE

Il Festival si aprirà Giovedì 14 luglio con la sezione Mediterranea, che ogni anno dedica un focus alla cinematografia di un Paese affacciato sul Mar Mediterraneo. Dopo la prima edizione che ha avuto come protagonista l’Albania, questa volta toccherà alla Bosnia ed Erzegovina, la cui specifica cinematografia è anche simbolo di resistenza e di rinascita dalle ceneri del conflitto dei Balcani, grazie alla collaborazione con Association of Filmmakers of Bosnia and Herzegovina e con il Sarajevo Film Festival. A coordinare la sezione e ad aver selezionato i titoli di Mediterranea sono il regista Ado Hasanovic – che presenterà fuori concorso il suo cortometraggio “Pink Elephant” - e la regista Elma Tataragić, Presidente dell’ Association of Filmmakers of Bosnia and Herzegovina.

Venerdì 15 luglio sarà la volta dell’Evento speciale dedicato ai Corti d’Argento. Dopo aver ospitato lo scorso anno alcuni dei migliori registi esordienti premiati al David di Donatello, Cinelido ha voluto offrire nella seconda edizione una vetrina ai cortometraggi insigniti dei Nastri d’Argento (Corti d’Argento), il prestigioso riconoscimento assegnato dalla stampa di settore. A dialogare col pubblico e con i registi dei dieci lavori selezionati per l’occasione, sarà la Presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, Laura Delli Colli.

Il programma di Sabato 16 luglio vedrà, invece, la presentazione e la premiazione dei corti selezionati per il Concorso Internazionale “Altri Lidi”. Tra le presenze istituzionali sul palco, anche quelle di Manuela Pineskj, segretario generale Accademia del Cinema Italiano, di Mohammad Taghi Amini, direttore dell’Istituto di Cultura dell’Iran a Roma, e di Maria Di Razza e Ulysse Serres, selezionatori della sezione.

La serata finale di Domenica 17 luglio, infine, proporrà la visione dei sei corti scelti nell’ambito del Concorso Nazionale “Cinelido”, con la premiazione conclusiva a cui parteciperanno anche Manuela Rima di Rai Cinema ed una delegazione della FICE – Federazione Italiana Cinema d’Essai.


LE PAROLE DEL DIRETTORE ARTISTICO GIULIO MASTROMAURO

"Cinelido è un festival di cinema che nasce dal territorio ed è legato a nodo stretto al luogo che lo ospita, il Porto Turistico di Roma. In un momento storico in cui a farla da padrone sono i contenuti generalisti e di piattaforma, abbiamo deciso di andare controcorrente riconfermando la scelta di una programmazione di cinema d’autore e introducendo anzi una giornata in più di proiezioni.

Lo scorso anno questa scelta ci ha premiati con un’affluenza incredibile e l’ampio supporto delle istituzioni. Credo che il territorio di Ostia abbia percepito lo spirito di Cinelido: un momento di leggerezza e riflessione, uno spazio fisico e virtuale di condivisione all’interno del quale il pubblico può incontrare artisti e ospiti internazionali e scoprire attraverso il prezioso formato del cortometraggio un cinema poco conosciuto, fatto di storie, emozioni e culture diverse. Un cinema che sia lo specchio della contemporaneità ma allo stesso tempo universale.

Da parte nostra c’è l’entusiasmo e la volontà di lavorare per offrire al territorio un evento sempre più coinvolgente, e mi auguro che il pubblico e i partner istituzionali vorranno continuare a sostenerci".

13/07/2022, 17:26