CINECITT SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

Note di produzione di "Rigoletto al Circo Massimo"


Note di produzione di
Nell'estate del 2020 il Teatro dell'Opera affida a Damiano Michieletto la regia del Rigoletto da allestire al Circo Massimo, uno spazio capace di ospitare al suo interno un palcoscenico di 1500 metri quadri. L'Italia, come il resto d'Europa, appena uscita da tre mesi di chiusura totale e questo spettacolo un segno concreto di ripartenza. I limiti imposti sono molti, primo fra tutti il distanziamento tra cantanti e ballerini. Michieletto matura da subito l'idea di una messa in scena ambiziosa dove il cinema, inteso come degli operatori steady in scena e una regia live che rimanda il tutto su un maxischermo, diventa centrale. Indigo Film entra a far parte della compagine produttiva per seguire questo aspetto. capendo che tipo di lavoro si sarebbe andati ad approntare che si decide di produrre, parallelamente allo spettacolo, un documentario, affidato a Enrico Parenti, in grado di raccontare questa avventura, consapevoli che si stava vivendo senza dubbio un tempo straordinario: l'allestimento della prima (e unica) nuova regia d'opera del 2020, in piena pandemia, dimostrando, non senza un certo timore e insieme entusiasmo, che si poteva e si doveva ripartire, anche a costo di riscrivere le regole della messa in scena. Questo , dunque, anche il racconto di come i limiti, spesso, possano trasformarsi in creativit. sotto questo spirito che va in scena Rigoletto al Circo Massimo. Ed da quella regia che nasce successivamente l'idea di rimontare il materiale video a disposizione, per realizzare un film opera che potesse portare lo spettarore dentro alla scena, facendogli assumere un punto di vista nuovo, in una contaminazione di teatro, cinema e opera. Nasce in questo modo Rigoletto al Circo Massimo di Damiano Michieletto.