CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

VENEZIA 78 - Preapertura con "La Biennale di
Venezia: il Cinema al Tempo del Covid"


VENEZIA 78 - Preapertura con
La Preapertura della Mostra del Cinema di Venezia 2021 è una speciale dedica e riflessione su quell’esperienza storica che è stata la Mostra del 2020, su cosa abbiamo vissuto e ancora stiamo vivendo come spettatori, come cittadini. "La Biennale di Venezia: il cinema al tempo del Covid", un diario filmato da Andrea Segre, prodotto dalla Biennale di Venezia con Rai Cinema e Istituto Luce Cinecittà, è il racconto per immagini originali e magnifici filmati d’archivio del “dietro le quinte” dell’edizione 2020 della Mostra del Cinema di Venezia, svoltasi con le limitazioni imposte dai protocolli di sicurezza dovuti alla pandemia da Covid-19. La ‘prima’ per una manifestazione internazionale di Cinema a confronto con un evento e in condizioni straordinarie. Un successo coronato dalla semplice normalità di portare a termine un appuntamento, delle proiezioni, dei premi, e soprattutto l’ingresso del pubblico dentro una sala cinematografica. Una straordinaria normalità che Andrea Segre racconta riprendendo quanto e chi sta dietro la macchina grandiosa e articolata di un festival: gli operatori (dalle ‘maschere’agli addetti alle pulizie e alle sanificazioni - una funzione delicata come non mai - ai fotografi), un gruppo di giovani giornalisti e critici, gli spettatori abituali della Mostra…

Il tutto accompagnato dall’altro speciale racconto, quello dei dietro le quinte della storia del Festival, con strepitosi repertori filmici provenienti dall’Archivio storico delle Arti Contemporanee – ASAC della Biennale di Venezia, e dall’Archivio storico Luce. Immagini da cui si percepisce una ritualità – del pubblico, dei luoghi, delle abitudini festivaliere – che ha reso Venezia un luogo mitologico, una capitale dell’immaginario cinematografico e una repubblica degli spettatori, e che nel 2020 per la prima volta ha dovuto cambiare, ridefinendosi tra distanziamenti e controlli, ma riuscendo a resistere.

"L’anno scorso" - dichiara Andrea Segre - "la Biennale mi ha chiesto di documentare un’edizione forse unica, forse storica (ancora la domanda è aperta) della Mostra del Cinema, quella organizzata nel cuore di una pandemia globale . Ero impegnato in un altro lavoro e avevo pochi giorni a disposizione, ma la sfida era bella e l’ho accettata. Ne è nato un piccolo diario filmato, non posso chiamarlo film, sono appunti in presa diretta di un pezzo inatteso della storia della Mostra e del cinema, sono semplicemente uomini e donne incontrate nel cuore della Mostra, che riflettono su quanto stanno e stiamo vivendo".

26/08/2021, 12:07