I Viaggi Di Roby

BARRIERA A CIELO APERTO - In apertura "Volevo nascondermi"


BARRIERA A CIELO APERTO - In apertura
Sarà il pluripremiato film Volevo nascondermi (2020, 120’) di Giorgio Diritti a inaugurare la sezione cinema della rassegna “Barriera a cielo aperto”, un’ampia proposta socio-culturale tra cinema, musica, letteratura, sostenibilità ambientale, workshop, performance, talk e concerti frutto della condivisione progettuale di sette realtà del territorio torinese che propone tra giugno e settembre, 65 appuntamenti in 4 diversi spazi in Barriera di Milano per un ricco palinsesto di eventi.

Alle ore 21.30 di mercoledì 16 giugno il pubblico dell’Arena Monterosa potrà immergersi nella storia e nelle immagini di Volevo nascondermi, film che ha trionfato ai Nastri d’Argento, ai David di Donatello e al Festival di Berlino con uno straordinario Elio Germano nei panni del pittore Antonio Ligabue. Un incredibile biopic sulla vita di uno dei principali pittori italiani del ‘900, dalla sua infanzia difficile in Svizzera al ritorno in Emilia, dalla scoperta del suo talento allo sviluppo della sua arte, il film racconta la vita dell’artista, che sin da bambino trova nella pittura il suo personale riscatto al senso di solitudine ed emarginazione. Una storia che rappresenta anche un’occasione per riflettere sull’importanza della “diversità”, intesa come qualità, talento e dote preziosa che appartiene a ogni essere umano, che lo rende unico e capace di offrire qualcosa di utile alla società.

“Siamo felici di avere in cartellone il film di Giorgio Diritti – dichiarano i coordinatori Vittorio Sclaverani e Valentina Noya dell'Associazione Museo Nazionale del Cinema – perché stimiamo da sempre il suo percorso che con il suo ultimo film premiato a Berlino con Elio Germano miglior attore e ai David di Donatello con tredici candidature e sette statuette tra cui miglior regia e miglior film, trova una sintesi perfetta e coerente rispetto al tempo che stiamo tutti vivendo. Come ha recentemente ricordato il regista, Volevo nascondermi è dedicato a tutti gli artisti e ancora di più a tutti coloro che fanno fatica a riuscire ed emergere, come i clochard che incontriamo per strada che magari disegnano una madonnina sul selciato per avere due monete, proprio come è stato il pittore Antonio Ligabue.”

Il film dà il via al cartellone di proiezioni cinematografiche all’Arena Monterosa, proposte dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema, che prevedono sei settimane di programmazione per sei diversi cicli tematici e tredici appuntamenti con il cinema: riprendiamoci la vita, le nuove generazioni, le relazioni familiari, il sud Italia, i diritti umani, mentre l’ultima settimana vedrà protagoniste figure femminili coraggiose capaci di rompere pregiudizi e disparità. La programmazione ospiterà anche la restituzione di “Ragazzi in città”, un percorso formativo cinematografico rivolto alle scuole del territorio, tra le quali anche la Viotti, e la fase finale di “Lavori in corto”, concorso rivolto ad autori under35.

Tra gli altri ospiti principali all’Arena Monterosa ci saranno i fratelli Orso e Peter Miyakawa che il 18 giugno presenteranno il loro film d’esordio Easy Living, Giacomo Ferrante proporrà Uomo della pietra e la versione restaurata di Alzabarriera il 22 giugno a venticinque anni dalla sua realizzazione, mentre Gianluca e Massimiliano De Serio porteranno la loro opera seconda, Spaccapietre, in programma il 7 luglio. I film presentati all’Arena Monterosa verranno proposti in versione silent movie con l’ausilio di cuffie Wi-Fi.

Le sette realtà partner di “Barriera a cielo aperto”: Associazione Museo Nazionale del Cinema, Oratorio Michele Rua, Cooperativa Liberitutti, Cooperativa Sumisura - Risorse per l’ambiente e la città, Sumisura APS, Associazione Banda Larga e Re.Te Ong.

14/06/2021, 11:03