Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

CLAUDE CHABROL - Una rassegna sul regista
francese alla Cineteca Milano MEET


CLAUDE CHABROL - Una rassegna sul regista francese alla Cineteca Milano MEET
Una scena di "Merci pour le Chocolat"
Da venerdì 21 maggio e per tutto giugno 2021 in programmazione presso Cineteca Milano MEET un omaggio al cinema di Claude Chabrol, protagonista insieme a Truffaut, Godard, Rivette e Rohmer della formidabile stagione della Nouvelle Vague francese.

Una selezione accurata di titoli presentati in versione originale ed in edizione restaurata per testimoniare la capacità di Chabrol di interpretare con sguardo sempre acuto e tagliente il cambiamento di una società in continua evoluzione, oltrepassando sempre i confini del genere attraverso uno sguardo d’autore capace di immettervi elementi di inquietudine profonda, motivo di riflessione e turbamento per lo spettatore.

Questi i film in programma:

L' ENFER
Claude Chabrol, Francia, 100’, 1993
Cast: François Cluzet, Emmanuelle Béart; Sceneggiatura: José-André Lacour, Claude Chabrol, Hneri-George Clouzot; Fotografia: Bernard Zitzermann; Montaggio: Monique Fardoulis; Musica: Matthieu Chabrol; Produzione: MK2 Productions
Paul, indebitandosi, compera un albergo in riva a un lago, quindi si sposa con Nelly, rapporto da cui nasce il piccolo Vincent. La gestione dell'albergo si fa ogni giorno più stressante e Paul inizia a prendere con sempre maggior frequenza sonniferi. È l'inizio della tragedia: una specie di ossessione s'impadronisce del protagonista che comincia a nutrire dei sospetti sulla fedeltà della bellissima moglie.
Edizione restaurata, versione originale francese, sottotitoli italiani

LA CEREMONIE
Claude Chabrol, Francia, 111’, 1995
Cast: Isabelle Huppert, Sandrine Bonnaire, Jacqueline Bisset; Sceneggiatura: Caroline Eliacheff, Claude Chabrol; Fotografia: Bernard Zitzermann; Montaggio: Monique Fardoulis; Musica: Matthieu Chabrol; Produzione: MK2 Productions
Una ricca famiglia, i Lelievre, assume la taciturna Sophie come governante. La giovane è impeccabile, ma è analfabeta e diventa amica della postina Jeanne, tipo vivace, impiccione e ribelle ma detestata dai Lelievre, che vietano a Sophie di continuare a vederla. Ma le due ragazze non hanno alcuna intenzione di smettere di frequentarsi.
Edizione restaurata, versione originale francese, sottotitoli italiani

MASQUES
Claude Chabrol, Francia, 100’, 1987
CAST & CREDITS: Cast: Philippe Noiret, Robin Renucci, Bernadette Lafont; Sceneggiatura: Claude Chabrol, Odile Barski; Fotografia: Jean Rabier; Montaggio: Monique Fardoulis; Musica: Matthieu Chabrol; Produzione: MK2 Productions
Un giovane sospetta che sua sorella sia stata uccisa da un celebre personaggio televisivo con il quale era stata vista l’ultima volta prima della morte. Il giovane si finge giornalista e riesce ad avvicinare il divo tv, col pretesto di un'intervista.
Edizione restaurata, versione originale francese, sottotitoli italiani

MERCI POUR LE CHOCOLAT
Claude Chabrol, Francia, 100’, 2000
Cast: Isabelle Huppert, Jacques Dutronc; Sceneggiatura: Claude Chabrol, Caroline Eliacheff; Fotografia: Renato Berta; Montaggio: Monique Fardoulis; Musica: Matthieu Chabrol; Produzione: MK2 Productions
Il pianista André, rimasto vedovo della seconda moglie, si risposa con la prima, Mika, direttrice della fabbrica di cioccolato Muller. Poi entra in scena la giovane Jeanne, che sospetta di essere figlia di André e della seconda moglie defunta. L’uomo la accoglie con affetto, Mika non sembra altrettanto contenta.
Edizione restaurata, versione originale francese, sottotitoli italiani

MADAME BOVARY
Claude Chabrol, Francia, 100’, 2000
Cast: Isabelle Huppert, Jean François Balmer; Sceneggiatura: Claude Chabrol; Fotografia: Jean Rabier; Montaggio: Monique Fardoulis; Musica: Matthieu Chabrol; Produzione: MK2 Productions
Una delle numerose versioni per il cinema – almeno quattro - del capolavoro di Gustave Flaubert. Questa di Chabrol è senza dubbio fra le migliori, non tanto per l’assoluta fedeltà al testo, quanto per l’agile essenzialità, la forza espressiva e la densità dei personaggi che si dispiegano in ogni sequenza. Da segnalare, come sempre, la splendida interpretazione di Isabelle Huppert.
Edizione restaurata, versione originale francese, sottotitoli italiani

18/05/2021, 15:54