I Viaggi Di Roby

GINEVRA FRANCESCONI - Tra film, fiction e... la maturità


La giovane attrice di Sora è protagonista sul piccolo schermo in "Genitori vs Influencer" e "Buongiorno mamma"


GINEVRA FRANCESCONI - Tra film, fiction e... la maturità
Ginevra Francesconi
Da mercoledì 21 aprile sarà in televisione su Canale 5 nella fiction "Buongiorno mamma", ma è anche appena arrivata su Sky con il film "Genitori vs Influencer": la diciassettenne Ginevra Francesconi, lanciata da film d'autore come "The Nest" e "Regina", è una delle attrici più richieste del momento.

Ginevra, come descriveresti il personaggio di Sole, che interpreti nella fiction Mediaset accanto a Raoul Bova?

Sole è un'adolescente, ha 16 anni ed è la figlia preferita del papà. Ha un buon rapporto coi suoi fratelli, è brava a scuola, ha buoni voti, va d'accordo con tutti: ha la testa sulle spalle, ma nel corso della serie incontrerà imprevisti che ribalteranno la sua vita completamente, senza svelare la trama posso dire che non saranno troppo belli.
Sono stati cinque mesi di set, in cui giorno dopo giorno ne ho imparato i ritmi, è stato molto impegnativo ma anche tanto appagante.
Raoul Bova è stato carinissimo, molto dolce. Abbiamo instaurato subito un rapporto forte, abbiamo tante scene insieme: anche fuori dal set si è creato un bel clima, con tutti ma soprattutto con lui. Ci vogliamo davvero bene!

In questi giorni sei sul piccolo schermo anche con Genitori vs Influencer.

Con un personaggio da cui mi sento molto diversa: ammetto che tra le due sono molto più simile a Sole!
Simone, il mio personaggio in questo film, ha 15 anni ed è molto più estroversa di me. È stata la prima commedia in cui lavoravo, sono contenta di averla affrontata con persone meravigliose: sia la regista, Michela Andreozzi (è super, la adoro!), sia tutto il cast, davvero stellare. Io, così piccolina, ad affrontare questo genere nuovo per me, insieme a questi grandi attori... ho imparato davvero tanto!

Facciamo un passo indietro: che ricordi hai di The Nest?

Del set di Torino ho tantissimi ricordi che porto nel cuore, se vedo una foto di quel periodo mi metto a piangere!
Era il mio primo set con un personaggio un po' più importante, mi ha dato molte soddisfazioni. Poi il genere thriller è il mio preferito, in quel film mi fanno addirittura l'elettroshock: mai avrei pensato di girare scene simili... ci sono state tantissime scene a livello interpretativo uniche, c'era anche tanta bella musica che ricordo ancora con grande piacere.

Se in The Nest accennavi qualche canzone, in Regina sei proprio una cantante. Ti abbiamo vista al Torino Film Festival a novembre, che esperienza è stata?

C'è voluto un anno di preparazione, tanti incontri con il regista Alessandro Grande e con Francesco Montanari che interpreta mio padre. Lì ho anche studiato tanto, e ho capito che ogni incontro, ognuna di quelle tante ore di preparazione serviva: ci vuole tanta costanza e impegno in questo lavoro! Per la prima volta mi sono sentita grande anche io. Poi abbiamo girato in Calabria, abbiamo girato in vari posti ma di montagna, in paesi piccoli: tutta la troupe e il cast ne sono usciti molto uniti.
Per quel film ho anche preso lezioni di canto e chitarra, mi hanno fatto incidere brani, avevo super paura! Alla fine del film mi hanno regalato la chitarra che usavo, è bellissima e me la porto sempre dietro, continuo a usarla anche oggi.
Ho studiato musica (facevo il Conservatorio per il violoncello) ma ho dovuto trascurare questo mondo: ora suono ancora ma solo per me, mi rilassa molto.

Anche tua sorella Ludovica è attrice, che legame hai con lei?

Anche per questa passione comune siamo molto legate! Sappiamo ascoltarci e darci dei consigli, siamo molto diverse e soprattutto in questo campo, quello della recitazione, i nostri due caratteri diversi emergono. In come recitiamo, in come affrontiamo i provini... a volte capita, anche se raramente, di farne per lo stesso ruolo: avendo chiavi di lettura completamente diverse, tra noi non c'è competizione, siamo molto più lucide nel capire, se una viene presa e l'altra no, quali sono i reali motivi.

Stai finendo la scuola, ma ci sono altri ruoli in arrivo?

Sì, quest'anno ho la maturità scientifica. Ora mi sto concentrando tanto sullo studio, ma continuo con i provini: ora vediamo come andranno queste uscite, poi da lì riprenderemo!

20/04/2021, 10:10

Carlo Griseri