CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

AQUA FILM FESTIVAL - Quinta edizione dal 25 al 27 marzo 2021


AQUA FILM FESTIVAL - Quinta edizione dal 25 al 27 marzo 2021
Aqua Film Festival, il primo Festival Cinematografico dedicato al nostro elemento vitale, l’ACQUA, invita i vacanzieri a filmare col proprio smartphone un “cortino per la VETRINA ESTATE/ AUTUNNO 2020”. (Durata max 3 minuti). I migliori verranno scelti e pubblicati sul canale YouTube https://www.aquafilmfestival.org/fratello-mare e in seguito proiettati durante il Festival.

Queste attenzioni ai luoghi dove andiamo, riconducono a preservare la nostra salute che è quella dell’ambiente e del nostro primo elemento che è l’acqua , attraverso la lente dell’audiovisivo con le proiezioni del Concorso per un Cinema Internazionale.Un modo per valorizzare l’acqua non solo in chiave artistica e legata alla sua bellezza, ma anche per sollecitare i registi a denunciare i disastri legati alla poca attenzione verso l’importanza dell’acqua e l’ambiente, e per difenderci dalla proliferazione del Coronavirus.

FRATELLO MARE, AMICO FIUME, CARO LAGO, è organizzata a scopo benefico dai volontari dell’Associazione Culturale no profit UNIVERSI AQUA e aperta a filmati corti o cortini realizzati con smartphone che denuncino, con reportage anche di pochi secondi o minuti, qualsiasi tipo di attività irresponsabile che provoca inquinamento del mare, dei fiumi o dei laghi.

Si è deciso di spostare la 5° edizione di Aqua Film Festival al 2021 in data 25 giovedi, 26 venerdi e 27 sabato marzo, causa le restrizioni di post emergenza sanitaria, dei posti seduti, nelle sale della Casa del Cinema e per l’impossibilità di invitare, come gli scorsi anni, gli studenti della Scuola del Pertini, dell’ Università del Mediterraneo, dell’Istituto Rossellini e degli altri Istituti coinvolti.

La quinta edizione di Aqua Film Festival, vuole rappresentare, con lo strumento cinematografico e di documentazione, anche con diffusione on line , lo straordinario mondo dell’acqua nei suoi diversi valori e funzioni di utilizzo, per scoprire nuovi talenti cinematografici e la rinascita del cortometraggio.

Direttore Artistico e fondatrice del Festival è Eleonora Vallone – pittrice, stilista, autrice, attrice di cinema, televisione e teatro, giornalista ed esperta di metodologie salutistiche in acqua.

Novità di questa edizione, la sezione AQUA & ARCH, dedicata a progetti di bioarchitettura legati all’acqua e la sezione AQUA MUSIC dedicata a video musicali con l’acqua protagonista.

La Giuria assegnerà il PREMIO SORELLA AQUA per il Miglior Corto e il PREMIO SORELLA AQUA per il Miglior Cortino.

Sono, inoltre, previste Menzioni Speciali Trasversali che andranno ai corti o cortini girati anche da smartphone che meglio interpretano i seguenti sottotemi del Festival:

Menzione speciale AQUA & AMBIENTE – miglior documentario e AQUA & ISOLA con tematica ambientata o ispirata da un’isola.

Dalla scorsa edizione è inoltre istituita la sezione AQUA & THRILLER, aperta a corti o cortini di genere giallo, poliziesco o thriller, che attraverso l’utilizzo dell’acqua esprimano al meglio questa tematica.

Durante la 5ª edizione di Aqua Film Festival 2021 verranno, inoltre, annunciati i vincitori del concorso parallelo a quello ufficiale dedicato a scuole ed università Nazionali ed Internazionali, denominato AQUA & STUDENTS.

Il comitato artistico e scientifico è composto da figure del mondo dello spettacolo di consolidata esperienza.

Ricca la presenza di film, corti e documentari. La tragedia dell’acqua alta a Venezia è protagonista del reportage ‘Omaggio a Venezia – AquaGranda‘, ma ci sarà spazio anche per il docufilm ‘Mediterraneo Mare di Vita – The Director’s cut‘ di Caterina Ponti, che sarà presentato fuori concorso. Una vera e propria ‘nuotata’ negli sconfinati, variopinti, multiformi abissi del Mar Mediterraneo, una poetica escursione subacquea in cui vengono svelati i suoi vari, curiosi, affascinanti e vitali abitanti. I protagonisti di questa pluripremiata esperienza visiva ed audio-fonica di “edutainment”, la prima opera italiana di un nuovo format, sono suggestivi e straordinari acquanauti filmati da vicino nel loro habitat; un elogio alla vita che racconta, con approccio multi-disciplinare, il “Mare Nostrum”.

I cortometraggi come sempre saranno variegati e toccheranno vari sotto-temi. In ‘Il giorno più bello‘, di Valter d’Errico, l’acqua e un ristorante sul mare distolgono l’attenzione da una imminente violenza: Sonia è una ragazza di umili origini trasferitasi a Roma con le proprie speranze e progetti. L’incontro su un social network con il “principe azzurro” le cambierà per sempre la vita…. Altro cortometraggio, ‘Une chambre à moi‘ della regista e sceneggiatrice tunisina Manele Labidi, che ha come base il saggio di Virginia Woolf, Una stanza tutta per sé, ma sviluppato in chiave tragicomica. Il film sottolinea il gemellaggio tra AquaFilmFestival e il Festival dei Diritti Femminili & Cinema, che si tiene a Parigi, diretto da Mario Serenellini, con Ysè Brisson delegata generale.

Lo scorso dicembre, infatti, in occasione della seconda edizione del festival francese, AFF ha portato a Parigi due dei suoi corti scelti e premiati nelle precedenti edizioni, ‘Grands Vents‘, di Nicolas Bellaïche e ‘Rèsce la lune‘ di Giulia di Battista.

Il festival avrà anche presentazioni di libri e incontri, come quello con il fisico Valerio Rossi Albertini, che dialogherà con il pubblico nell’ambito di “Cinema e Scienza: la parola all’esperto“.

L’acqua è uno degli elementi indispensabili affinché ad ognuno sia assicurato il diritto umano universale di avere “un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia” (art. 25, Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo).

Sulla Terra ci sono circa 1,4 miliardi di km3 di acqua, di cui il 97% è contenuto negli oceani.

Da essa dipende la storia dell’umanità e la stessa genesi scientifica della vita e, al pari dell’aria che respiriamo, essa costituisce la nostra principale fonte di sopravvivenza.

L’importanza di questo elemento-madre assume innumerevoli forme e implicazioni e rappresenta un’asse portante e continuo nelle economie, negli equilibri sociali e nelle identità culturali del pianeta

Per questo l’Acqua rappresentata nel cinema ha un impatto più sensibilizzante che nella realtà e la sua missione di consapevolezza attraverso l’arte.

Gli archivi delle passate edizioni sono consultabili sul sito www.aquafilmfestival.org.

03/08/2020, 09:10