Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

Note di regia di "2020: Space Beyond"


Note di regia di
Non distinguo i cinema di finzione dal cinema documentario, non li metto in opposizione. All'inizio di ogni film c' sempre la stessa cosa: un'idea, un pensiero, un personaggio e una storia da raccontare.

Il titolo "2020: Space Beyond" un chiaro riferimento a "2001: Un'Odissea nello spazio". Proprio come nel capolavoro di Kubrick, il tema principale del nostro documentario il potenziale dell'uomo, sempre teso come un filo d'arco verso l'altrove.

Per raccontare la storia di come gli esseri umani si preparano al futuro, avremo a disposizione le migliori tecnologie oggi disponibili. Le riprese di questo film saranno realizzate con la RED Helium 8K camerahttps://www.nasa.gov/8k-science, lo stesso modello degli astronauti all'interno della Stazione Spaziale Internazionale.

La dimensione visiva del film non si baser solo sui momenti catturati dalle telecamere - che avranno un intento puramente documentaristica - ma sar anche - grazie alle potenti risorse fornite da ESA e NASA - un ritratto iconografico, visivamente potente, della bellezza della Terra e della magnificenza del Cosmo.

Le immagini si alterneranno a fotografie, filmati d'archivio e interviste.

La narrazione sar in equilibrio tra gli aspetti scientifici della missione e quelli esistenziali che riguardano la vita degli astronauti nello spazio.

Il documentario sar quindi sia scientifico sia introspettivo.

A supporto di questo aspetto intimo del film verranno utilizzati i video girati direttamente da Luca Parmitano a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, realizzati durante i sei mesi di missione in esclusiva per questo documentario.

Il tema il viaggio. Partenza e Ritorno.

Raccontare il viaggio di un uomo nello spazio per compiere una missione scientifica a 400 km dalla Terra, rappresenta per me l'occasione per parlare della ragion d'essere della Scienza: la Conoscenza.

Conoscenza nelle sue tre dimensioni: scientifica - filosofica - morale.

E tutte e tre queste dimensioni sono racchiuse in una sola parola: Beyond.

Francesco Cannav