Sudestival 2020

CHOCOMODICA 2019 - Ospite Elena De Curtis


CHOCOMODICA 2019 - Ospite Elena De Curtis
Per ChocoModica 2019 il Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica ha indicato genialmente il claim UNICO. I sinonimi di tale aggettivo - sostiene Grazia Dormiente - catturano pure linarrivabile sapore celebrato da Leonardo Sciascia nel lontano 1983, disvelando linimitabile barretta, che, vestita da colorate denominazioni e tutele, attraversa tutte le vie gustose, spandendo aromi e sapori di antichi e attuali connubi. Tra le tante vie del cioccolato troviamo anche il cinema che con la rassegna Cineciok raggiunge il suo perfetto equilibrio: arte e sapore.

Quest'anno con un omaggio UNICO e ospiti d'eccezione: Elena De Curtis sar presente venerdi 6 dicembre al Chocomodica (presso lAuditorium Floridia dalle ore 19) per un omaggio speciale dedicato a suo nonno Tot. Da unidea di Tiziana Spadaro e Renato Scat, responsabili della sezione cinema Cineciok, nasce questo momento orientato sia alla riscoperta del cinema italiano che allanalisi della maschera di Tot.

Verr ripercorsa parte della carriera del grande attore partenopeo tra memorie inedite e analisi dei film. Fulcro centrale dellevento sar la presentazione del libro: Tot il principe poeta tutte le poesie e le liriche di Tot di Elena Anticoli De Curtis e Virginia Falconetti edito da Colonnese Editore.

Sabato 7 dicembre verr invece presentato il documentario A prescindereAntonio De Curtis di Gaetano Di Lorenzo con la partecipazione del produttore Francesco Torre.
Era un principe, ma la sua vera grande nobilt era nel cuore che batteva in quel corpo di marionetta: che lo aveva reso s famosissimo come Tot, ma che aveva anche soffocato per tutta la vita luomo-Antonio De Curtis. Nelle sue poesie non ci sono le battute e le movenze che lo hanno reso celebre, ma c il mondo visto da dietro quella maschera. C la vita difficile degli esordi (e non solo), il successo, gli amori, le delusioni,
la nostalgia. C Napoli, con la sua lingua-madre, che non per labusato paese del sole, ma in un certo senso il mondo. Perch quella di Antonio De Curtis soprattutto una poesia morale non moralistica che nasce e parla al cuore degli uomini. Che crede nel bene e non sopporta la prepotenza. Che crede alla bellezza, e non rinuncia ad amare, seppure tra le amarezze inevitabili che la vita riserva ad ognuno.

Una raccolta completa con cinque inediti rilancia e riscopre le poesie e le liriche di Tot, riprese dalle carte originali da sua nipote Elena, insieme a Virginia Falconetti.
Inoltre, a completare levento, un recital dedicato al tema della fame racconter, da Tot ai nostri giorni, la storia del cinema e del teatro italiano. Unanalisi della fame nella settima arte, nella poesia e nel teatro. Belli, Petrolini, Trilussa, gli artisti che combattevano con lironia dei versi il malaffare politico e i soprusi al sottoproletariato di fine ottocento e met novecento parlando di fame di potere, i registi della commedia italiana che dissacravano litaliano medio sottolineando tutti i difetti e tic possibili soprattutto a tavola, la dura realt della Napoli in guerra raccontata dalle parole di Eduardo De Filippo e poi ancora la fame di successo, la fame di rispetto e la fame di rivalsa viste attraverso le produzioni cinematografiche pi interessanti del novecento italiano.

La voce narrante quella del regista e attore Agostino De Angelis, celebre per il suo teatro multimediale. Tra gli scenari deccezione utilizzati per i suoi esperimenti teatrali spiccano: il Teatro Greco di Siracusa, i Templi di Agrigento, Selinunte e Segesta, teatro Greco Romano di Catania e Lecce, la Necropoli etrusca della Banditaccia.

02/12/2019, 09:27