I Viaggi Di Roby

TFF37 - Voglio Vivere Senza Vedermi


Nella sezione Onde il film di Bruno Bigoni e Francesca Lolli. Un percorso di immagini, parole e suoni per raccontare la condizione umana


TFF37 - Voglio Vivere Senza Vedermi
"Voglio Vivere Senza Vedermi" al TFF37
Tra la video arte, il video teatro, la performance di danza contemporanea, Voglio Vivere senza vedermi un racconto fatto di suoni e immagini in movimento dove gli attori intrecciano le fisicit per disegnare un quadro sfuggente ma sentito, come il disagio interiore che da personale diventa di massa.

Le paure e gli occhi sinceri dei bambini potrebbero essere tutto ci che ognuno di noi vede durante un giorno qualunque. O sogna, fa lo stesso. La parte irrazionale della mente sembra lasciare spazio alla normalit e al bisogno di realizzare qualcosa di concreto, sia esso fare a pezzi un animale morto sia immaginare paesaggi cos semplici da diventare in bianco e nero.

Lincontro tra donna e uomo diventa un momento di danza contemporanea, un match di boxe eseguito nel rispetto delle distanze tennistiche. Ma molto spesso, su un nero inquietante, le voci e le misure di avvicinano fino a diventare una meno elegante violenza domestica.

Cosa c di pi umano e spontaneo dei volti di guerra? Non la nostra certo, che per fortuna non ne viviamo una da un po, ma una guerra recente che arriva dal medio oriente, dove le facce e le divise occidentali sembrano immotivate nel contesto ma si trovano a proprio agio nella rinnovata missione di costruire uno spettacolo visivo intorno alla conservazione del potere.

Per Bruno Bigoni e Francesca Lolli tutto palcoscenico. Montano e smontano scene, immagini e prosa per raccontare il percorso della coscienza, dove lamore riesce a sconfiggere, o almeno a confondere, anche la morte. Dietro alla macchina da presa il loro occhio aperto cerca unestetica capace di raccontare, quello chiuso prova a trasferire il pensiero e i sogni direttamente dalla memoria umana a quella di registrazione.


Servizio di cinemaitaliano-tv


24/11/2019, 00:01

Stefano Amadio