Sudestival 2020
Meno di Trenta

SEDICICORTO 16 - Un premio per gli attori del futuro


SEDICICORTO 16 - Un premio per gli attori del futuro
Sedicicorto International Film Festival Forl ha da sempre come obiettivo quello di trovare nuovi talenti del cinema italiano e internazionale. Non solo I cineasti che da sedici edizioni portano I loro film, ma anche giovani attori che contribuiscono al successo di queste produzioni.

Per questa ragione il direttore artistico Gianluca Castellini ha deciso di istituire un riconoscimento che premi I grandi interpreti del futuro, iniziativa a cui ha aderito immediatamente RB Casting.

A ricevere per primi questo premio saranno un'attrice e un'attore che sono stati protagonisti di due dei film pi acclamati degli ultimi anni. Daphne Scoccia con la sua Fiore, protagonista del bellissimo film omonimo di Claudio Giovannesi, ha incantato il pubblico della Quinzaine des Realisateurs a Cannes 2016. In questi giorni nei cinema con Il colpo del cane, di Fulvio Risuleo.

Andrea Carpenzano ha duettato con il Maestro Giuliano Montaldo in Tutto quello che vuoi, la commovente storia di formazione e memoria scritta e diretta da Francesco Bruni. Quest'anno stato protagonista di uno degli migliori esordi della stagione, Il campione, di Leonardo D'Agostini, in cui si confrontato con un magnifico Stefano Accorsi.

A Sedicicorto Scoccia e Carpenzano saranno insieme sul grande schermo, protagonisti de La Via Lattea, il film di Valerio Rufo, prodotto da Bosco e Futura e dalla Groenlandia di Matteo Rovere.

L'appuntamento con il Premio Generazione G, Daphne Scoccia e Andrea Carpenzano e per sabato 12 ottobre, l'occasione per il pubblico di Sedicicorto di conoscere meglio due tasselli del futuro del cinema italiano.

28/09/2019, 11:12