Sudestival
I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila

BFM 37 - EL MOTOARREBATADOR di Agustin Toscano


BFM 37 - EL MOTOARREBATADOR di Agustin Toscano
Penultimo film in gara alla 37.ma edizione del Bergamo Film Meeting, nella sezione Concorso, EL MOTOARREBATADOR del regista argentino Agustin Toscano.

Ambientato in un recente scenario di crisi economica in Argentina, il secondo lungometraggio di Agustin Toscano affronta diverse questioni tra cui la famiglia, la lotta tra classi sociali e contrasti tra ci che moralmente sembra giusto o ingiusto, attraverso il racconto di un ladro che decide di fare amicizia con la donna pi anziana che ha derubato.

Nella citt argentina di Tucumn, Miguel si guadagna da vivere come motochorro, un ladro che strappa gli oggetti dalla gente usando la sua moto. Nella scena di apertura, ben strutturata, vediamo Miguel seduto sulla moto insieme al suo socio-criminale, Stanno aspettando che il loro obiettivo, una anziana donna di nome Elena, si allontani da un bancomat, e quando lo fa, lassalgono strappandole la borsetta.

Ma non sar unimpresa facile. La donna non molla e viene trascinata violentemente gi per il marciapiede, fino a quando non finisce per essere malconcia e ferita, forse morta. Miguel si ferma momentaneamente in segno di rimpianto e spavento e guarda indietro, ma poi accelera alle grida del complice

Il regista, sapientemente con la macchina da presa, ci mostra il tormentato senso di colpa di Miguel nei confronti dellanziana donna, che non riesce a togliersi dalla testa. Nel tentativo di fare la cosa giusta, nasconde la sua vera identit ed inizia a curare la vecchia ferita e che ha perso la memoria. Pi si avvicina a lei, pi si imprigiona nelle sue stesse menzogne. Il suo crescente ed inesorabile rimorso alimenter una storia che va oltre il semplice caso di un criminale con una cattiva coscienza verso qualcosa di pi socialmente ambiguo, veicolando allo spettatore cosa significa la colpa in un luogo che offre ben poche opzioni valide, sia per i giovani che per gli anziani. Non che lambiente sia una giustificazione, ma riveste un ruolo narrativo importante.

Ottima costruzione dei personaggi con una perfetta interpretazione e rappresentazione degli stati danimo degli attori, a tratti con piglio comico. Miguel, in perenne fuga da se stesso ed ancora ossessionato dal passato, non sar per in grado di trovare la sua vera e risolutiva redenzione per dare inizio a una nuova vita.

15/03/2019, 07:55

Luca Corbellini

Video del giorno