I Viaggi Di Roby

FUORI NORMA - Focus su Giovanni Coda


FUORI NORMA - Focus su Giovanni Coda
Un messaggio “fuori” da ogni schema, dove l’arte diventa strumento mozzafiato per la pace, la tolleranza, la bellezza reale. FuoriNorma al MACRO ASILO dedica una monografia all’opera di Giovanni Coda e ai suoi venticinque anni di cinema sperimentale, libero, film d’autore e di ricerca che (ri)elabora in chiave contemporanea la relazione creativa tra arte, fotografia e immagine filmica, già anticipata dai futuristi, tra fiction e cinema del reale.

Dopo la partecipata ed emozionante proiezione del nuovo lavoro di Giovanni Coda, Mark's Diary, dell'1 febbraio scorso, la Sala Cinema del MACRO ASILO ospiterà due opere cinematografiche ed artistiche che affrontano, tra le uniche al mondo, l’omofobia attraverso incredibili storie vere tra ieri (l’orrore dell’Olocausto) e oggi (il bullismo in ogni parte del mondo): i lungometraggi Il Rosa Nudo e Bullied To Death e il cortometraggio Xavier.

Programma di Fuori Norma al MACRO ASILO

1 febbraio Mark's Diary h. 18.00 - Sala Cinema
26 Febbraio Il Rosa Nudo h. 18.00 - Sala Cinema
27 Febbraio Bullied to Death h. 18.00 - Sala Cinema
e a seguire il cortometraggio Xavier

Alle ore 16 del 26 e del 27 febbraio la Black Room del MACRO ospiterà una video installazione dal titolo di Behind The Scenes (Mark's Diary & More) curata da Roberta Vanali (curatrice d'arte) Cosimo Morleo (Musicista) e Arnaldo Pontis (Musicista). La performance è composta da 30' (in loop) di un assemblaggio video fotografico legato ai film, che sono stati selezionati da Aprà per la monografica.

Per il pubblico italiano e romano un’inedita occasione per riflettere e vivere da testimonianze reali la battaglia per il diritto umano a realizzare la propria sfera intellettiva, sociale, culturale, affettiva, intima, sessuale, la propria “nuda” verità, anche per chi sotto ogni profilo è considerato ed etichettato come “diverso” dalla società. Giovanni Coda e la sua opera offrono uno squarcio potente su questo mondo, un viaggio nella terra di mezzo, simbolica e palpitante del cinema come sinfonia visiva, sensoriale, sensuale, tra cinema, danza, fotografia, letteratura. Amori, diritti, ferite, guerre, rivoluzioni culturali (im)possibili da vivere e rivivere insieme.

21/02/2019, 10:08