I viaggi di Roby

Note di regia di "Wine to Love"


Note di regia di
Il tema fondamentale di questo film, che mi ha affascinato fin dall'inizio, quello del confronto del piccolo con il grande. Questo tema ricorre fra i personaggi, fra i territori, fra le idee dei personaggi che si incarnano nelle loro azioni e nei modi di pensare. Il confronto del piccolo con il grande in ogni dettaglio della sceneggiatura e delle riprese. Il piccolo mondo del Vulture si confronta e si scontra con la metropoli immensa e tentacolare, il minuscolo mercato dei rapporti corti impatta con le idee di un mercato globale.
Wine to love da questo punto di vista la storia di uomini di una piccola realt che si apre al mondo intero globalizzato con stupore e meraviglia, ma con l'orgoglio del senso di appartenenza alla propria terra e con la consapevolezza di saper fare qualcosa di buono e di pregiato da proteggere, da donare al mondo con le modalit e il rispetto che si devono ai pezzi di grande artigianato. Da un altro punto di vista la storia di uomini che abitano il mondo globalizzato, che lo vivono secondo altri rituali, senza gli scrupoli di chi legato ad un piccolo mondo di provenienza, oppure dimenticandolo, e rispettando solo il dogma del 'Dio Denaro'. I personaggi del mondo globalizzato, per, nei loro cambiamenti, recuperano l'amore per il piccolo mondo arcaico del vino, in questo caso del Vulture e dell'Aglianico, comprendendo l'importanza delle radici e della fortuna di poterle piantare di nuovo.

Domenico Fortunato