Sudestival 2020

TFF36 - BORMIDA, storie di e lungo un fiume


TFF36 - BORMIDA, storie di e lungo un fiume
Bormida
Presentato alla 36.ma edizione del Torino Film Festival, nella sezione Italiana Doc, Bormida di Alberto Momo e Laura Cantarella, studenti del Politecnico di Torino che dal 2013 si sono messi a lavorare intorno al progetto sostenuto da Compagnia San Paolo, Fondazioni Crc e Crt e Regione Piemonte. Il film, musicato da Alessandro Sciaraffa, ripercorre per intero la tragica vicenda dell Acna di Cengio (Savona).

Il documentario dedicato a Marina Garbarino (1960 2016), la presidente dell'associazione
'Valle Bormida pulita", e a tutti coloro che si sono mobilitati nella prima lotta ambientalista
italiana.

E la lunga storia, non ancora purtroppo finita, dell'inquinamento causato dalla violenza ambientale industriale e delle morti ad essa connesse e della lunga mobilitazione dei cittadini. E anche, al tempo stesso, il ricordo di un paesaggio ed un ambiente, le rive del Bormida, dove si persa la figura dellattore principale, luomo.

Il fiume viene contaminato e la popolazione si trova davanti ad un bivio: mettersi in marcia ed in protesta per non perdere la propria terra o fuggire altrove per salvare la propria vita. I racconti di due attivisti e di un agronomo tracciano dei cammini in un paesaggio difficile da recuperare, nonostante gli interventi eseguiti di bonifica, non ancora oggi terminati.

Gli autori riescono a disegnare una rappresentazione toccante di quei tormentati anni, arricchita da immagini di repertorio, con un intenso sguardo anche allo scenario attuale. Il fiume oggi continua s a scorrere, ma i boschi e le rive sono ormai deserte.

"Bormida un modo per non dimenticare questa pagina di storia" - dicono Momo e Cantarella - "spalmata su un'area di 1.550 Kmq, abitata da 206.000 persone a cavallo tra Liguria e Piemonte, dichiarata nel 1987 dal Consiglio dei ministri, zona ad alto rischio di crisi ambientale".

24/11/2018, 20:16

Luca Corbellini