FilmdiPeso - Short Film Festival

SEMBRA MIO FIGLIO - Due fratelli, una voce, un viaggio


Dopo l'anteprima mondiale all'ultimo Festival di Locarno, il film di Costanza Quatriglio esce in sala il 20 settembre


SEMBRA MIO FIGLIO - Due fratelli, una voce, un viaggio
Sembra mio figlio
raro che Costanza Quatriglio, una delle pi brave e affermate documentariste italiane, si dedichi a storie di fiction. Era successo nel 2003, con il pluripremiato esordio "L'isola", e succede ora nel 2018, con "Sembra mio figlio".

Una storia, per, che prende origine da un precedente doc dell'autrice, "Il mondo addosso", in cui tra i diversi giovani protagonisti c'era anche il giovane Jan, profugo hazara. Dal rapporto con lui venuta a conoscenza della storia del suo popolo, delle persecuzioni subite in Afghanistan e Pakistan, delle fughe improvvise (e improvvisate) che molti han dovuto tentare per salvarsi.

La storia di Jan ha dato origine alla sinossi del film: sfuggito alle persecuzioni in Afghanistan quando era ancora bambino, Ismail vive in Europa con il fratello Hassan. Credono che la loro madre sia morta, ma quando scoprono telefonicamente che forse non cos, inizia il dilemma se provare a tornare da lei, fidandosi di chi ha dato loro la notizia e tornando a rischiare tutto, oppure no.

Il poeta e giornalista hazara Basir Ahang il protagonista, affiancato da Dawood Yousefi e dall'attrice Tihana Lazovic, rivelatasi con "Sole alto".

Ha detto Costanza Quatriglio: "Il film viaggia alla ricerca di risposte che non esistono; ad esistere la possibilit, per Ismail, di prendersi la parola, quella parola negata perch nessuno, fino a quel momento, lha ascoltata. Nella lingua madre riconosciamo la lingua del mondo, della piet antica che non ha patria n paese n confini n frontiere".

"Sembra mio figlio" un film politico ma personale, che ha il pregio di rendere nota una storia tragica e troppo poco nota, puntando su pochi personaggi e il loro destino. Le emozioni, le difficolt, i dubbi, le speranze di Ismail non si dimenticano facilmente.

17/09/2018, 12:30

Carlo Griseri