CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

VENGO ANCH'IO - Tutti insieme, sul furgone, appassionatamente


In sala da giovedì 8 marzo con Medusa in 250 copie il film d'esordio alla regia della coppia comica Nuzzo Di Biase che ha annunciato il matrimonio, nella vita reale, in caso di raggiungimento dei 3 milioni di euro d'incasso. Un viaggio attraverso l'Italia incontrando personaggi curiosi e situazioni divertenti. Una mano registica più esperta avrebbe di sicuro aiutato il film verso un risultato più incisivo.


VENGO ANCH'IO - Tutti insieme, sul furgone, appassionatamente
Dentoni, Di Biase e Nuzzo in "Vengo Anch'io"
La regia. I due comici e autori televisivi e radiofonici Maria Di Biase e Corrado Nuzzo fanno ridere, sono spesso geniali, hanno i tempi giusti. Ma riuscire a trasportare tutto questo in un film è molto difficile e un regista di professione sarebbe stata sicuramente l’arma giusta per riuscirci.

"Vengo Anch’io" è un road movie divertente con personaggi strani e interessanti, qualcuna delle migliori battute di Nuzzo e Di Biase, degne del miglior Woody Allen, e alcuni divertenti cammei di volti noti, da Ambra Angiolini a Francesco Paolantoni, da Alessandro Haber a Vincenzo Salemme e Aldo Baglio.

Quello che purtroppo manca al film è una regia importante e sicura (vedi Nunziante per Checco Zalone) , capace di scegliere le inquadrature giuste per rendere efficaci tutte le battute e le situazioni. Molto si perde per banali errori di riprese e, di conseguenza, di montaggio che fa fatica a tenere il ritmo di una sceneggiatura senza pause.

Nuzzo e Di Biase sono anche nei panni dei personaggi principali, vite disastrate che si incontrano in una divertente giostra di follie personali, psicofarmaci e di curiose umanità. In giro per l’Italia i due, accompagnati da un giovane patologicamente genio (Gabriele Dentoni), viaggiano in cerca di certe risposte trovandone altre, come una figlia inaspettata e incredula (Cristel Caccetta). E non è poco visto che alla fine anche la soluzione sarà diversa da quella programmata.

08/03/2018, 08:00

Stefano Amadio