I Viaggi di Robi

BABYLON SISTERS - L'incontro forzato di mille culture


Il film diretto da Gigi Roccati viaggia attraverso le contraddizioni di un mondo costretto a cambiare casa e abitudini. L'integrazione passa attraverso la disgrazia, l'amicizia tra un gruppo di straniere in una Trieste che porta dell'occidente. Con Renato Carpentieri, Lucia Mascino, Nav Ghotra, Amber Dutta, Rahul Dutta, Peppe Voltarelli, Yasemine Sannino e Nives Ivankovic In sala dal 28 settembre con Lo Scrittoio


BABYLON SISTERS - L'incontro forzato di mille culture
"Baylon Sisters" di Gigi Roccati
Trieste, oggi. In un condominio diroccato vivono molte famiglie di immigrati che trovano nella disgrazie comune di uno sfratto esecutivo loccasione per integrarsi, in primo luogo tra loro. Nel palazzo c anche un vecchio professore (Renato Carpentieri), prima burbero e razzista, poi comprensivo e disponibile quando i problemi incentivano la conoscenza e lo scambio.

Nel film di Gigi Roccati sono le donne, le madri di famiglia, a diventare sorelle e a prendere in mano la situazione rivolgendosi a un centro di assistenza e trovando grazie allattivista Laura (Lucia Mascino) un aiuto concreto che le spinge ad uscire dal guscio e a creare qualcosa in cui credono.

"Babylon Sisters", fa un passo avanti verso la rottura degli stereotipi e uno indietro per descrivere le abitudini che diventano freni alla crescita. Spesso per, proprio per mandare avanti la storia, il bisogno di sottolineare le caratteristiche razziali (il padre padrone indiano, la donna dellest disinibita, i cinesi freddi e pragmatici, la donna turca piena di contraddizinoi tra Islam e occidente) prende il sopravvento sullumanit dei personaggi e rimettendo sui binari una sceneggiatura che ha le potenzialit per vagare in situazioni nuove e diverse.

Oltre a Carpentieri e Mascino, un gruppo di attori non italiani di ottima qualit e misura. "Babylon Sisters" di Gigi Roccati uscir in sala il 28 settembre prossimo distribuito da Lo Scrittoio.

16/09/2017, 11:01

Stefano Amadio