OFF - Ortigia Film Festival
I Viaggi Di Roby

ORTIGIA FILM FESTIVAL - Marco Giallini in Giuria


L'attore giurato nel Concorso lungometraggi all'OFF. Presto la nuova serie di Rocco Schiavone sempre ambientata ad Aosta. Un monumento di cartapesta


ORTIGIA FILM FESTIVAL - Marco Giallini in Giuria
Marco Giallini, selfie con i fans Festival all'Ortigia Fiml Festival
Marco Giallini, a Ortigia in giuria con Maria Sile Tognazzi e Fabio Ferzetti. Com'è andata l'esperienza

"È la prima volta che faccio il giurato, e ho giurato che è l’ultima… no scherzo… ho visto tutti i film, malgrado sia arrivato in ritardo per finire il film di Paolo Genovese. Una bella esperienza anche perché Ortigia ed è bella ed è la seconda volta che vengo. I film sono, chi più chi meno, tutti interessanti".

Hai incontrato il pubblico di Siracusa che ti ha riconosciuto e "assediato" anche grazie a Rocco Schiavone

"Sì, Rocco Schiavone è andato molto bene ma io avevo già fatto tante cose di successo. Possono chiamare Rocco uno che ha trent’anni e che ha fatto una serie… io ho fatto tante cose anche prima".

Comunque la seconda serie è in dirittura d’arrivo?

"Assolutamente. Credo che cominceremo le riprese all’inizio di settembre per due mesi. Sono molto contento perché Rocco è un personaggio al quale sono molto legato"

Come si lavora in Val d’Aosta?

"Benissimo. Aosta è piccola ma bella, a girarla tutta ci ho messo molto solo perché io non vado a piedi, faccio solo il percorso dall’hotel al tabaccaio… e il bar la mattina. Ma io ho girato bene dovunque, non c’è stato un posto dove non ho girato bene… sono sempre stato bene e poi io mi adatto, sono uno che se ha un hotel a 5 stelle lusso e l’autista a disposizione si adatta a tutto…"

Ma sei come il personaggio di Rocco, che arriva da Roma ed è infastidito dalla neve e dal freddo?

"No, infastidito no. Diciamo che però non sono uno sciatore, un grandissimo amante dell’acqua gelata… la neve è stupenda ma poi quando ci cadi con il culetto in mezzo… quando si scioglie alla fine sei bagnato. Però devo dire posti bellissimi e la gente che mi amava, ecco. Penso quando tornerò su, a Piazza Chanoux, mi avranno fatto una sorta di monumento di cartapesta... ci sarò, e mi hanno promesso questo monumento”

22/07/2017, 13:35

Stefano Amadio