Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

NOTTI DI CINEMA A PIAZZA VITTORIO - Un'estate, tanti film


Itinerari romani e Linsolito nel cinema italiano sono le due rassegne dedicate ai film italiani di questa stagione. Un ulteriore spazio all'aperto per il cinema a Roma


NOTTI DI CINEMA A PIAZZA VITTORIO - Un'estate, tanti film
Notti di Cinema a Piazza Vittorio - A Roma spazio per il cinema itaiano
Franco Montini, direttore dell'estate cinematografica di Piazza Vittorio, espone le caratteristiche di questa stagione:

"La programmazione di Notti di cinema a piazza Vittorio non si mai limitata ed esaurita nella semplice proiezione dei pi interessanti film della stagione. Obiettivo della manifestazione, che si svolge in quello che considerato il quartiere pi multietnico della citt, sempre stato quello da un lato di offrire occasioni di socializzazione e incontro ed dallaltro di approfondimento per favorire la crescita della cultura cinematografica e la formazione del pubblico.

Cos per tradizione Notti di cinema a piazza Vittorio ha proposto spesso incontri con i protagonisti del cinema italiano, chiamati ad un confronto con gli spettatori dopo la proiezione del proprio film. La tradizione prosegue anche questanno con lorganizzazione di due distinte rassegne tematiche Itinerari romani e Linsolito nel cinema italiano, articolate appunto con proiezioni e incontri".

ITINERARI ROMANI
in programma con appuntamento settimanale nella giornata di luned e, come si evince facilmente dal titolo, propone una serie di film girati nella capitale. Il cinema italiano da sempre romanocentrico, non per scelta ideologica, quanto piuttosto per comodit, perch a Roma sono ubicate la stragrande maggioranza delle imprese cinematografiche e la maggior parte degli studi di posa. Del resto in un recente passato in moltissimi film la presenza di Roma risultava piuttosto ininfluente, di fatto uno scenario anonimo e intercambiabile, mentre in altri la capitale era una scenografia di maniera, imperniata sugli scorci pi noti e turistici. Da qualche tempo, invece, la presenza di Roma nei film italiani ha assunto un significato pi preciso: diventata una scelta motivata.

A dimostrarlo sono appunto una serie di titoli apparsi in questultima stagione, che propongono unimmagine della citt diversa dal consueto, suggestiva, poco nota, in qualche caso perfino sconosciuta alla maggior parte dei suoi abitanti. Insomma il cinema diventato anche un mezzo per scoprire la citt. Ecco allora, solo per restare alle proposte in cartellone del mese di luglio, la Roma dei vicoli, delle piazze, delle scalinate di Trastevere, proposta da Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni; la Roma dei palazzoni ornati di giganteschi murales di Orecchie di Alessandro Aronadio; la Roma periferica, ma non priva di fascino e di umanit, di Cuori puri di Roberto De Paolis e di Fortunata di Sergio Castellitto. Delle motivazioni di queste locations, oltre che degli aspetti pi genericamente cinematografici, discuteremo con gli autori.

Questi i film di luglio

TUTTO QUELLO CHE VUOI di F. Bruni Luned 10 Luglio Ore 21.00
ORECCHIE di A. Aronadio Luned 17 Luglio Ore 21.00
CUORI PURI di R. De Paolis Luned 24 Luglio Ore 21.00
FORTUNATA di S. Castellitto Luned 31 Luglio Ore 21.00

LINSOLITO NEL CINEMA ITALIANO
Secondo Montini, il cinema italiano, non senza ragione, stato di recente accusato di proporre film troppo simili e ripetitivi per genere, per formule produttive, per insistenza su un ristretto e limitato gruppo di volti. Tutto vero, ma, anche questanno, pur in un panorama complessivamente troppo omologato, non sono mancati film curiosi, originali, coraggiosi, innovativi: in una parola insoliti. Film interessanti e spesso, a causa delle storture del mercato, ingiustamente condannati ad una precaria visibilit, che ha impedito a questi titoli di ottenere le attenzioni che avrebbero meritato. Proprio questo il motivo che ci ha spinto ad organizzare una seconda vetrina, accomunando titoli diversissimi fra loro e tuttavia tutti contrassegnati da elementi di insolito. Nel caso de "La stoffa dei sogni" di Gianfranco Cabiddu, fresco vincitore del Globo dOro come miglior film dellanno assegnato dalla stampa straniera, linsolito rappresentato dallarmonioso mix di cinema e teatro, di Shakespeare e Eduardo De Filippo, immersi in una location magica: lisola dellAsinara.

Non meno insolito "Piccoli crimini coniugali" di Alex Infascelli, un film con due soli attori, girato praticamente in ununica location, rispettando lunit di tempo, luogo, azione. Quasi una sfida pericolosissima, ma il risultato stato al contempo appassionante e niente affatto claustrofobico.

Nel caso di "Falchi" di Toni DAngelo, lelemento desueto rappresentato, invece, dalla riscoperta di un genere, il poliziesco, che, nonostante le prestigiose tradizioni, nella nostra cinematografia sembrava definitivamente defunto e che qui viene resuscitato ed arricchito con elementi psicologici.

"Taranta on the road" di Salvatore Allocca, per la capacit di raccontare un tema estremamente drammatico, limmigrazione, con un tono leggero e divertente, ma niente affatto superficiale. Tra laltro il film, previsto in uscita in sala alla ripresa della stagione, unassoluta anteprima romana.

Lultimo appuntamento di luglio per la rassegna Linsolito nel cinema italiano, in programma anche in questo caso con appuntamento settimanale nella giornata di gioved, salvo leccezione dellapertura mercoled 5, con il documentario e la proiezione di "Indizi di felicit" di Walter Veltroni per celebrare quel cinema del reale, che, nel panorama della produzione nazionale delle ultime stagioni, ha offerto alcune delle pi belle sorprese in assoluto.

Questi i film di luglio
LA STOFFA DEI SOGNI di G. Cabiddu Mercoled 5 Luglio Ore 21.00
PICCOLI CRIMINI CONIUGALI di A. Infascelli Gioved 6 Luglio Ore 21.00
FALCHI di T. DAngelo Gioved 13 Luglio Ore 21.00
TARANTA ON THE ROAD di S. Allocca Gioved 20 Luglio Ore 21.00
INDIZI DI FELICITA di W. Veltroni Gioved 27 Luglio Ore 21.00

04/07/2017, 09:16

La Redazione