I Viaggi Di Roby

TFF34 - "Ex Voto", "Il futuro di Era", "Notturno"


TFF34 -
EX VOTO di Fabrizio Paterniti Martello
In un piccolo centro dei monti Nebrodi, in Sicilia, centinaia di fedeli scalzi e vestiti di bianco affrontano il freddo invernale invocando la grazia di San Sebastiano. Tra sacro e profano, folklore e liturgia, prende forma la relazione fra fede e individuo.

IL FUTURO DI ERA di Luis Fulvio
Un uomo scolpisce un albero nellItalia del Sud. La sua creazione frutto s di eventi tragici ma che simboleggia un abbraccio al mondo. Il film un dialogo senza parole tra un uomo e un mito, Era. Uno scontro materico figlio di atavici sentimenti di vendetta, in cui latto distruttivo si fa creazione e questultima data agli umani solo attraverso la distruzione. La metamorfosi un atto di dolore.

NOTTURNO di Clemente Bicocchi
Immagini da un altro pianeta: un mondo che lontano, ma a prima vista identico al nostro. Una sola differenza: una luce perpetua, che si diffonde incessantemente su tutta la superficie che ogni duemila anni per, sparisce dal pianeta che sprofonda nelloscurit. Quel momento sta per arrivare Il passaggio di un gregge di capre al tramonto, in una remota baia di unisola greca, pu essere lo spunto per un viaggio visionario e metafisico. Sono in Grecia e il caso mi fa assistere a un evento magico, che associo subito a un racconto di Asimov che mi aveva da sempre rapito e turbato. Da quel momento lidea fissa: tornare in quel luogo e filmare. Dopo due anni raccatto il materiale tecnico, prendo un volo per Cefalonia, affronto due ore di motorino, venti minuti di cammino impervio nella sterpaglia e mi ritrovo appollaiato su una scogliera, in attesa... Tutto questo per realizzare un piccolo film di fantascienza con un gregge di capre che passa al tramonto in una baia sperduta. A volte bisogna inseguire le proprie visioni.

26/11/2016, 08:58

Luca Corbellini