I viaggi di Roby

TFF34 - GIPO, zingaro cantante (e Barrierante)


Alessandro Castelletto sulle orme di Farassino, accompagnato da Luca Morino dei Mau Mau nella Torino di Gipo


TFF34 - GIPO, zingaro cantante (e Barrierante)
Come raccontare Gipo Farassino? A quale pubblico rivolgersi? Agli amanti della sua musica, a chi lo conosce come un nome legato alla tradizione, a chi lo ha seguito nell'avventura politica, a chi lo ignora completamente perché d'altra generazione?

L'obiettivo di "Gipo, lo Zingaro della Barriera" di Alessandro Castelletto è quello di fare da ponte tra i vari pubblici e le varie tipologie di spettatori, provando a rendere la materia interessante per tutti: iniziato come un lavoro documentario più classico su Farassino, alla sua scomparsa (avvenuta l'11 dicembre 2013) ha iniziato a trasformarsi in qualcosa d'altro, tra invenzioni narrative e lungaggini produttive (c'è stato anche un crowdfunding per arrivare a completare il tutto, e molto altro impegno).

Il risultato finale è una docufiction che vede Luca Morino, storico leader dei Mau Mau, coinvolto un po' controvoglia (all'inizio, poi il personaggio-Gipo e il suo spessore artistico e culturale lo prendono eccome...) in un percorso nella Torino che vide nascere e crescere, prima come uomo e poi come cantante, Farassino. Qui protagonisti diventano Barriera di Milano, quartiere popolare e periferico di cui Gipo si dichiarava sempre fiero originario (l'essere "Barrierante" come motivo di orgoglio, in Italia e nel mondo), le persone che lo conobbero e i luoghi che cantò.

Tra qualche materiale di repertorio, nuove interpretazioni dei suoi brani più amati e una parentesi inevitabile sulla deriva politica leghista (con tanto di intervista a Umberto Bossi), 'macchia' per molti - tra cui lo stesso Morino, ai tempi politicamente impegnato sulla barricata opposta - ma coerente con la storia e le convinzioni del cantante.

Con la presenza forte delle figlie (Valentina nel presente, Caterina nel ricordo) e un sapiente dosaggio del cast (poche le parentesi recitate che si potevano evitare, viene in mente solo la scena dal barbiere...), "Gipo, lo Zingaro della Barriera" è un omaggio onesto, convinto, sentito e trasversale a una figura che merita di essere ricordata e, soprattutto, mai sottovalutata.

21/11/2016, 19:15

Carlo Griseri

Video del giorno