Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

Sollicciano diventa un cinema: prime visioni distribuite in carcere


Sollicciano diventa un cinema: prime visioni distribuite in carcere
"Io, Daniel Blake", il film di Ken Loach Palma d’Oro a Cannes 2016, distribuito da Cinema di Valerio De Paolis, entra nel carcere di Sollicciano a Firenze.

La proiezione, in programma venerdì 4 novembre alle 16.30, lancia il progetto di una serie di prime visioni dentro al carcere fiorentino, in collaborazione con le distribuzioni cinematografiche italiane, per rendere i detenuti partecipi della vita culturale della città e per favorire la socializzazione e l’integrazione all’interno dell’ambito carcerario.

Come primo film pilota non poteva esserci migliore scelta della nuova opera del regista inglese, da sempre vicino e partecipe ai temi sociali degli ultimi e attivo in prima linea nel portare all’attenzione dell’opinione pubblica le istanze della giustizia sociale attraverso il linguaggio cinematografico.

Il progetto, a cui potrebbero presto seguire altre prime visioni in carcere, è ideato e organizzato dalla Fondazione Stensen di Firenze, con il contributo della casa di distribuzione Cinema Srl che ha concesso i diritti di proiezione del film. Si colloca in un più ampio progetto di collaborazione con la Direzione della Casa Circondariale di Sollicciano e FST - Lanterne Magiche, la fondazione della Regione Toscana che da oltre trent'anni attua percorsi di alfabetizzazione al cinema negli Istituti di pena della Toscana.

Il film è la storia di Daniel, falegname di 59 anni, e Katie, mamma disoccupata di New Castle. I due si scontrano con le aberrazioni burocratiche e amministrative del sistema britannico. Entrambi vogliono solo essere trattati con dignità e riconosciuti come cittadini avente diritto a un lavoro e a una vita dignitosa. Dal loro casuale incontro in un centro d’impiego nascerà un legame molto forte e speciale che darà loro coraggio mentre tutto sembra beffardamente complicato.

02/11/2016, 12:39