I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila

QUALCOSA DI NUOVO - Il maschio ideale per donne in declino


Diretta da Cristina Comencini, una commedia che racconta il rapporto tra due donne e il loro giovane amante. Molte parole, pochi fatti, personaggi superficiali e storia leggerina. Paola Cortellesi e Micaela Ramazzotti interpreti principali insieme al giovane Eduardo Valdarnini. In sala dal 13 ottobre distribuito da 01.


QUALCOSA DI NUOVO - Il maschio ideale per donne in declino
Micaela Ramazzotti e Paola Cortellesi (Foto C. Iannone)
Un radiodramma accompagnato da immagini. questo il nuovo film di Cristina Comencini, scritto con Giulia Calenda e Paola Cortellesi che anche protagonista insieme a Micaela Ramazzotti e al giovane Eduardo Valdarnini.

In "Qualcosa di Nuovo" non accade nulla, nessun evento si sviluppa, nessun personaggio nasce, cresce o muore. A parte una scena in cui Micaela Ramazzotti balla in discoteca e un'altra in cui Valdarnini scalcia un mobile e si fa male a un piede, tutto parlato e raccontato. Dai mariti delle due donne, alla madre del ragazzo, che esiste solo in "audio", voce dietro a una porta, ai figli che percepiamo solo all'inizio, realistici come i vestiti e i giochi sparsi per la stanza e che misteriosamente, nel corso della storia, scompaiono rimanendo limitati al "tornano domani...".

Definirlo teatrale troppo, perch lo spessore del testo inconsistente, accompagnato da una messa in scena che strizza l'occhio alle commedie sofisticate nuiorchesi, pi sit-com che Woody Allen, con i soliti bistrot, localini jazz e appartamentini ideali. A teatro la gente si alza e la pernacchia live non tutti sarebbero in grado di sopportarla.

Chiacchiere, chiacchiere, chiacchiere insomma con il monologo sulla morte bianca del neonato che Paola Cortellesi "recita" in primo piano a tre quarti del film. Chiacchiere infinite che raccontare il passato ma anche il presente, tempi che gradiremmo vedere pi che arrivare a conoscerli a parole.

Sorvolando sulle incongruit della storia, le interpreti credono con le faccette e le smorfiette e i passettini di creare i personaggi, ma anche qui c' poco da fare per sostenere situazioni leggere e caratteri sottili. Cortellesi e Ramazzotti ce la mettono tutta per peggiorare una situazione vacua e poco approfondita che si potrebbe riassumere in una frase: uomini, se voi andate con le ragazzine, guardate qua, anche noi andiamo coi ventenni? Concetto giustissimo ma che avrebbe bisogno di qualcosa in pi per essere messo sullo schermo e chiamato film.

Menzione speciale agli attori che interpretano la madre e i figli, presenti solamente in audio e ai mariti, solo in foto. Guizzo di sceneggiatura o taglio del budget?

05/10/2016, 15:22

Stefano Amadio