I Viaggi Di Roby

TGLFF31 - Raccontare il bullismo attraverso l'arte


BULLIED TO DEATH di Giovanni Coda presentato in anteprima al Torino Gay & Lesbian Film Festival 2016


TGLFF31 - Raccontare il bullismo attraverso l'arte
Bullied to Death
" il lavoro meno didascalico che ho fatto nella mia vita": con queste parole Giovanni Coda racconta "Bullied to Death", suo ultimo film presentato in anteprima al TGLFF Torino Gay & Lesbian Film Festival.

Tutto parte dalle vicende di Jamey, quattordicenne statunitense che si suicidato nel settembre 2011 dopo aver subito a lungo episodi di bullismo e di cyberbullismo per il suo essere gay. Da quel fatto, cucendo insieme diverse storie dai purtroppo numerosi episodi simili avvenuti in diverse parti del mondo (Italia, ovviamente, inclusa), nasce lo spunto narrativo di "Bullied to Death".

Dalla sinossi ufficiale (senza leggerla questa informazione non arriva, si accenna ad una performance di 24 ore ma non ci sono abbastanza elementi per lo spettatore): il 17 maggio 2071, a sessantanni dalla morte del giovane, durante la giornata mondiale contro lomofobia e la transfobia, un gruppo di artisti si ritrova unito in una performance commemorativa che attraversa larco dellintera giornata.

Il collage di queste performance, alcune pi e altre meno coinvolgenti, alcune pi immediate e altre decisamente pi ostiche, l'opera che Coda realizza per denunciare la gravit dei fatti. "La societ non vuole prendere atto di questa tragedia. Siamo ancora in attesa di una legge, ma che sia socialmente accettata: se cos non sar, queste cose continueranno ad accadere", ha spiegato.

08/05/2016, 11:58

Carlo Griseri