I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila

Il Festival di Mons celebra l'amore al cinema


Il Festival di Mons celebra l'amore al cinema
Da oggi fino al 26 febbraio Mons, storica cittadina belga a 65 chilometri da Bruxelles, celebra lamore al cinema con il Festival international du film damour alla 32. edizione.

Lamour, bien sr, sous toutes ses formes. Et particulirement, en cette poque trouble, lamour comme un cri, comme une rponse lintolrance et la discrimination", ha detto lAdministrateur dlgu Andr Ceuterick durante la conferenza stampa di presentazione del Festival. Un centinaio di film in cartellone tra lunghi e corti.

Il Concorso internazionale con i suoi 11 lungometraggi provenienti in gran parte dall Europa, ma anche dagli Stati uniti e dallAsia sono il piatto forte della manifestazione.
Nel gala douverture che si tiene al Thtre Royal sur la Grande Place dove officer in veste di maitresse de crmonie lattrice teatrale e cinematografica italo-olandese Alexandre Oppo e sullo schermo Mdecin de campagne che film realisticamente il conflitto professionale tra Jean-Pierre un medico di campagna consacrato alla sua professione, malato, e Nathalie la sua giovane sostituta.
In quello di chiusura un classico della letteratura sentimentale francese: Madame Bovary di Sophie Barthes, che narra in modo poco tradizionale il dramma socio-sentimentale creato dal romanziere Gustave Flaubert nella Normandia rurale del diciannovesimo secolo.

Un giuria internazionale presieduta dallattore, sceneggiatore e regista francese Philippe Harel (Le Vlo de Ghislain Lambert) assegner les Coeurs de cristal (premi del Festival). Tra gli 11 giurati figura anche lattore leventinese Teco Celio unitamente alle attrici francesi Andra Ferrol, Natacha Rgnier e al regista italiano Daniele Lucchetti.

Come da tradizione il cinema italiano presenta un suo panorama con ben 7 titoli di film attuali e validi che si focalizzano sul sociale. Di spicco il sontuoso e favolistico Il racconto dei racconti di Matteo Garrone passato con successo a Cannes, Per amor vostro di Giuseppe Gaudino (competizione internazionale) gi a Venezia. Arianna di Carlo Lavagna e Se dio vuole film desordio di Edoardo Falcone sono invece nella competizione dei film europei.

Il cinema svizzero allonore della 32. edizione in quanto, oltre alla presenza in giuria del conosciuto e apprezzato attore Teco Celio, presenta tre produzioni: On avait dit qu'on irait jusqu'en haut di Tizian Bchi nella competizione internazionale dei corto metraggi. Storia romantica senza parole di Anna e Maxime, due giovani innamorati durante una gita in montagna. Dora oder die sexuellen neurosen unserer eltern di Stina Werenfels ci rende partecipi della vita sentimentale della diciottenne Dora affetta da un handicap mentale. Il lungometraggio pi prestigioso e pi conosciuto nel Focus sulla cinematografia elvetica Vecchi Pazzi di Sabine Boss che mette in scena con brio, umorismo e partecipazione umana la storia di Vivi Ferrari una effervescente diva che si rifiuta di invecchiare. Il film stato girato a Locarno.

Nellambito del Festival si svolger un incontro tra la neonata Ticino Film Commission TFC, rappresentata da Cristiana Giaccardi e la Film Commission BATCH Hainaut per uno scambio di vedute.

19/02/2016, 09:00

Augusto Orsi