Meno di 30
I Viaggi di Robi

QUO VADO? - CHECCO ZALONE, Riso, Patate e Krill


Luca Medici, in arte Checco Zalone, torna al cinema dal 1 gennaio con il nuovo film ambientato anche in Norvegia. Una commedia completa, diretta da Gennaro Nunziante, ricca in ogni aspetto, dalla scrittura agli interpreti, dal montaggio alla produzione. Quo Vado? fa ridere ma anche riflettere sulle abitudini del nostro paese ma anche sulle origini della situazione attuale. Prodotto da Pietro Valsecchi uscir in 1300 sale, alcune sin dalla notte di capodanno, distribuito da Medusa


QUO VADO? - CHECCO ZALONE, Riso, Patate e Krill
Checco Zalone, Forestale con selfie
"Quo Vado?" un orologio di precisione, un lavoro da maestri di scrittura, regia e montaggio che, con l'aggiunta di un carattere come quello di Checco Zalone, riesce a creare una sequenza infinita di divertimento. Gag, battute, situazioni e personaggi funzionano come un'orchestra che produce una musica scorrevole e senza cali, mai aiutata dalla volgarit facile o fine a se stessa. Un mix di politicamente scorretto senza ovviet, e di nonsense sempre ricco di battute e situazioni care al personaggio di Checco Zalone, stavolta ripulito dall'abbondanza di strafalcioni dialettali presenti nei film precedenti.

Luca Medici, in arte Checco Zalone, e Gennaro Nunziante regista e co-sceneggiatore, mettono in piedi il loro quarto film raggiungendo una maturit e una padronanza della macchina cinematografica di tutto rispetto. Partendo come detto dalla scrittura che mostra la volont non solo di far ridere, ma anche di far riflettere spesso puntando il dito nella giusta direzione. Baster che un solo spettatore, riconoscendosi in uno dei personaggi, capir in che tipo di situazione sia finito lui stesso e il nostro paese, per aver centrato l'obiettivo della denuncia sociale. Far cambiare le persone non compito dei cinematografari n tantomeno dei comici, ma gi arrivare a far riflettere (divertendo) una missione che la coppia Medici-Nunziante ha portato a termine con successo.

Nella macchina c' anche la scelta del cast, giusto e per nulla scontato o dettato da esigenze di cassetta, con Sonia Bergamasco perfetta nel ruolo della dirigente ministeriale, Ninni Bruschetta in quello del politico attento solo alle apparenze, con Maurizio Micheli padre all'antica e Lino Banfi senatore dal favore facile. E poi la scelta indovinata di puntare su un volto nuovo per la protagonista femminile, Emanuela Giovanardi in grado di gestire Checco Zalone sia da personaggio sia da interprete.

Quo Vado? uscir il primo gennaio in 1300 sale, un centinaio delle quali hanno organizzato, con prevendite gi a buon punto, proiezioni notturne subito dopo la mezzanotte del 31, per cominciare l'anno ridendo e ripensando un po' a noi stessi.

29/12/2015, 14:37

Stefano Amadio