Sudestival 2020

I vincitori della terza edizione di Documentaria Noto


I vincitori della terza edizione di Documentaria Noto
Grande serata finale domenica al teatro "Tina Di Lorenzo" per la 3^ edizione di Documentaria Noto, Festival ideato ed organizzato dal Collettivo Artistico FrameOff con il patrocinio del Comune di Noto, dell'Assessorato Regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, della Terza Commissione Attivit Produttive Regionale Siciliana, e con la collaborazione del CUMO (Consorzio Universitario Mediterraneo Orientale).

All'interno dell'ultima delle dieci ricche giornate del Festival, partito il sei novembre con il primo weekend di proiezioni, sono state concentrate tutte le attivit, i progetti, le iniziative di questa edizione, ma per raccontarla dobbiamo partire dalla fine, ovvero dalla proclamazione dei vincitori.

12 i film ammessi al Concorso "Panorami" giudicati da sei esperti Angelica Grizi, Stefano Missio, Valentina Pellitteri, Luca Scivoletto, Stefano Tealdi, e Antonello Zanda; questo il loro verdetto: Miglior Colonna Sonora "Roma Termini" di Bartolomeo Pampaloni; Miglior Fotografia "Rada" di Alessandro Abba Legnazzi che ha vinto anche il Premio del Pubblico; Miglior Soggetto "Padrone e Sotto" di Michele Cirigliano; Miglior Montaggio "La malattia del desiderio" di Claudia Brignone che si aggiudicato anche il Premio "Giuria Scuole".

In sala presente l'Amministrazione Comunale con il Sindaco Corrado Bonfanti, il Vice Sindaco ed Assessore alla Cultura Cettina Raudino, il Capo di Gabinetto e Responsabile Grandi Eventi Frankie Terranova e diversi consiglieri comunali. A prendere la parola alla fine della proiezione del primo dei due film, in programma domenica sera, il Sindaco: "Il primo incontro con il Collettivo Artistico FrameOff fu un loro documentario sulla citt di Noto, quando mi prospettarono l'idea di una Rassegna, un'iniziativa assolutamente inedita per la nostra Citt, la vidi come una scommessa in cui credere, ed oggi, dopo sole tre edizioni, mi sembra che ci sia stata da sempre. Il modo di organizzare, i riscontri registrati, le partnership create ne hanno velocizzato il percorso di crescita ed , ora, assolutamente connaturata con Noto, anzi ne diventato un passaggio culturale importante". Poi lo stesso Primo Cittadino ha voluto formulare una domanda ad Angelo Loy regista di "Luoghi Comuni", in cui si documenta la storia di una famiglia egiziana a Roma colpita da sfratto. Un modo assolutamente diverso di raccontare le vicende, tanto varie e distinte le une dalle altre, di emigrati in Italia.

Dopo il break con aperitivo offerto dall'Agriturismo Assinaro con i prodotti del laboratorio dolciario "Aruci" e con i vini di "Marilina Bio Vegan Wine", spazio al secondo ed ultimo film "Roma Termini" di Bartolomeo Pampaloni: quattro storie, molto forti, molto intense e vere, che restituiscono un volto umano agli "invisibili" della stazione ferroviaria capitolina.

Un finale davvero con il botto sia per i film che hanno caratterizzato tutto il weekend, che per le varie attivit collaterali, parliamo del Focus Day di sabato pomeriggio ad "Anche gli Angeli" su "Fasi di sviluppo e strategie di produzione di un progetto documentario" a cura di Stefilm.

La domenica a teatro targata "Documentaria Noto 2015" si aperta con un'altra sezione, importantissima, di tutto l'evento ovvero i workshop di alta specializzazione che, iniziati luned e conclusi sabato, hanno portato in sala i video realizzati, tutti molto belli, curati ed applauditi dai presenti: un lavoro di approfondimento sulla citt di Noto realizzato dagli studenti di Dario Indelicato per "Film maker. Riprese e montaggio": " stata una settimana molto bella in cui io, prima di loro, ho imparato che si pu far riesplodere la passione sopita nelle persone. Il mio augurio di non perdere questo fuoco e voglio ringraziare anche io gli amministratori della Citt che sostengono queste iniziative".

Subito dopo sul palco anche Paolo Bonfiglio, con la sua assistente Francesca Tradii, curatori del workshop sul cinema d'animazione d'artista in cui sono state insegnate tecniche diverse come il gesso su lavagna. Alla fine delle proiezioni tutti i partecipanti ed i loro docenti sono saliti sul palco per ricevere dalle mani della Direzione Artistica gli attestati di partecipazione, e non pochi quelli che hanno voluto testimoniare la bella esperienza vissuta con Documentaria Noto.

Dalla Direzione Artistica, Licia Castoro, Francesco Di Martino, Giuseppe Portuesi e Francesco Valvo, il grazie a tutti i presenti, un pubblico variegato che anche quest'anno non ha fatto mancare presenza e sostegno, curiosit nella proposta e interesse nei dibattiti con i registi. Il grazie all'Amministrazione Bonfanti, presente non solo nella serata conclusiva, e alla Regione, al CUMO, a tutti i partner, dalla Cineteca Sarda al Ildocumentario.it, da Scuola Fuorinorma - Canecapovolto a Movieday, da Babel Film Festival a Cinemaitaliano.info a Produzioni e Distribuzioni dal Basso, a Stefilm.
Il grazie ai luoghi di Documentaria Noto: il Teatro "Tina Di Lorenzo", con la Fondazione omonima, il CUMO, la Biblioteca Comunale - Spazio Emeroteca; gli sponsor per l'ospitalit dei registi, dei giurati, di chi ha curato workshop e focus day: Il Castello -Ostello della giovent, Arancina Planet, Anymore e Anche gli Angeli. Il grazie, infine, a tutto lo staff organizzativo, e per l'occasione sono stati proiettati anche dei video realizzati nel corso delle dieci giornate che hanno raccontato, in breve, questa terza edizione. Infine, appuntamento al 2016.

17/11/2015, 21:15