I Viaggi Di Roby

Su Rai3 un film-documentario a cinquant'anni dall'apertura del tunnel


Su Rai3 un film-documentario a cinquant'anni dall'apertura del tunnel
Come disse Giscard d'Estaing, alla presenza dei Presidenti di Stato Giuseppe Saragat e Charles De Gaulle, in quel piovoso 16 luglio 1965 durante la cerimonia di inaugurazione del Traforo del Monte Bianco in qualità di presidente della società francese del tunnel "Il Monte Bianco era il nome di una montagna che ci separava. Da domani sarà il nome di un tunnel che ci riunisce".

Una frase capace di sintetiz­zare l'importanza dell'evento che a cinquant'anni viene ricordato da Rai3 con la messa in onda, il 16 luglio 2015 alle 10.10, di un film-documentario dal titolo "Il traforo del Monte Bianco - Il sogno logico". Il racconto di Luca Bich e Riccardo Piaggio vedrà testimoni, studiosi e protagonisti delle vicende del traforo per un'impresa che ridefinì i confini europei. Le Alpi erano sempre state una barriera forte: aprire il tunnel era anche un'importantissima prova di fiducia tra i due paesi, un gesto con un enorme valore simbolico nel contesto storico in cui stava nascendo l'Europa. Ed è proprio il grande antropologo francese Marc Augeè, ideatore del concetto del «non-luogo» e punto di riferimento nella riflessione sugli spazi contemporanei, che approfondirà il valore simbolico di questo "luogo".

15/07/2015, 12:05