Meno di 30
I Viaggi di Robi

LA PRIMA VOLTA (DI MIA FIGLIA) - Tutto andr come deve


Riccardo Rossi interpreta, dirige e scrive con Chiara Barzini e Luca Infascelli una commedia borghese mischiando vecchi argomenti a apparentemente nuove situazioni. Nel cast Stefano Fresi, Anna Foglietta, Fabrizia Sacchi e Benedetta Gargari. Prodotto da Ascente film, dean Film con il contributo di Rai Cinema sar in sala da gioved 19 distribuito dalla Warner Bros.


LA PRIMA VOLTA (DI MIA FIGLIA) - Tutto andr come deve
Il cast di "La Prima Volta (di mia figlia)" di Riccardo Rossi
Debutto alla regia cinematografica per Riccardo Rossi, attore, comico, one man show, autore che incarna lo spirito di una Roma agiata e perbene. E il suo film racconta una storia comune sulla quale non difficile fare ironia e scrivere battute e situazioni.
Rossi usa la sua esperienza teatrale ambientando la maggior parte del film in un unico ambiente e lasciando spazio ai racconti in flashback per muovere l'azione, introdurre e sviluppare i personaggi. Tra questi spicca il Giovanni di Stefano Fresi sempre puntuale nei tempi e nella ricerca dell'efficacia della battuta.

Al tavolo del ristorante i personaggi cercano di aiutare il pap Alberto (Riccardo Rossi) ad affrontare il tema della "prima volta" con la figlia quindicenne Bianca (Benedetta Gargari) in una serie di racconti vintage con personaggi imbranati o super scaltri. C' la coppia Marina (Fabrizia Sacchi) e Giovanni che si impegna per la vita dopo un colpo di fulmine tra boschetti e boys scout. Poi la volta della collega di pap, l'immancabile psicologa Irene (Anna Foglietta) capace grazie alla sua professione di aprire in un batter d'occhio cuori e menti trovando le soluzione che gli altri, evidentemente inabili, non riescono a individuare dopo anni di conoscenza e convivenza.

"La Prima Volta (di mia Figlia)" simpatico come il suo regista ma al cinema non basta; se dal vivo Rossi coinvolgente e pungente, sullo schermo non riesce a graffiare abbastanza, strappando qualche risata e rendendo corretto anche il politicamente scorretto, come qualcuno che capisce di essere troppo perbene per fare la rivoluzione.

16/03/2015, 09:14

Stefano Amadio