Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

Libro/film - ANIME NERE, da Criaco a Munzi


Dal libro di Gioacchino Criaco al film di Francesco Munzi: affinit e differenze


Libro/film - ANIME NERE, da Criaco a Munzi
Cos uguali, cos diversi: "Anime nere" libro e film presentano numerosissime differenze nella loro costruzione e nel loro svolgimento, ma riescono a mantenere una unicit di visione e di 'intenti' tra l'elaborazione di Gioacchino Criaco e quella di Francesco Munzi.

Nel 2008 stato pubblicato da Rubbettino il libro, esordio nella narrativa di Criaco, nei giorni scorsi ospitato anche dal Sudestival: "Stavo lavorando a un altro progetto", ha spiegato Munzi nel corso di un incontro dedicato alle due opere organizzato a Torino. "Poi, non ricordo come, mi capitato tra le mani il libro di Gioacchino: non ho pi potuto fare altro che leggerlo, e immediatamente ho deciso di volerne fare un film".

"Mi ha colpito - ha detto ancora il regista - perch trattava una materia molto nera in modo diverso da quello a cui siamo abituati, con un tentativo di approfondire l'animo dei personaggi e con l'evidente sofferenza di narrare certi eventi. Nessuna spettacolarizzazione della violenza, un libro molto vero". Il dubbio era uno solo: "Mi chiedevo se io, romano, avrei mai potuto raccontare la Calabria, se sarei stato credibile... e in questo l'aiuto di Gioacchino e di tutta Africo stato fondamentale".
Per rispettare il libro, ha spiegato Munzi, "dovevo tradirlo necessariamente, e lui questo lo ha capito benissimo e mi ha lasciato fare: il volume rimasto come sfondo e ispirazione".

Molte sono le differenze evidenti tra le due versioni: i tre amici della carta sono diventati tre fratelli, la storia stata attualizzata da Munzi e ampliata nei luoghi di svolgimento (anche se l'Aspromonte e il paese di Africo restano inevitabilmente centrali in entrambi) e tanti altri dettagli sono mutati, ma il tema dell'identit e dell'appartenenza rimane comune tra libro e film

24/02/2015, 16:21

Carlo Griseri