I Viaggi di Robi

Bilanci e progetti futuri per la BLS – Film
Fund & Commission dell’Alto Adige


Nel 2014: più di 600 i giorni di riprese sul territorio e 24 i progetti finanziati; 33 i set che si sono susseguiti durante l’anno. Per il 2015 confermato un Fondo di 5 milioni di euro per sostenere produzioni e pre-produzioni televisive e cinematografiche.


Bilanci e progetti futuri per la BLS – Film Fund & Commission dell’Alto Adige
Per la BLS – Film Fund & Commission dell’Alto Adige il 2014 si è chiuso con un bilancio molto positivo, con oltre 600 giorni di riprese effettuate sul territorio altoatesino grazie all’arrivo di produzioni da Italia, Germania, Austria, Svizzera, Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia.

24 in totale i progetti finanziati nei 3 call del 2014, tra film, documentari e serie televisive di produzioni sia italiane che internazionali. Tra questi, alcuni hanno già girato sul territorio altoatesino, come ad esempio: "The Way of the Eagle", il film diretto da Gerardo Olivares con Jean Réno e Tobias Moretti e prodotto dalla tedesca Terra Mater Factual Studio e "Honig im Kopf", la nuova commedia drammatica dell'attore e regista tedesco Til Schweiger, prodotta dalla tedesca Barefoot Films, in co-produzione con la Warner Bros. Film Productions Germany e la Seven Pictures Film, che ha girato in Alto Adige in estate. Riprese estive anche per "Max and Hélène", la fiction televisiva prodotta dalla 11 Marzo Film e diretta da Giacomo Battiato con Carolina Crescentini e Alessandro Avarone, che andrà in onda il prossimo 27 gennaio su Rai Uno in occasione della Giornata della Memoria.

Ma sul territorio sono arrivate anche produzioni che avevano ricevuto il finanziamento dalla BLS nel 2013. Ne sono un esempio "Alaska" di Claudio Cupellini, prodotto da Indiana Production Company con Rai Cinema in co-produzione con la 247 Films, con Elio Germano, Alba Rohrwacher e Àstrid Bergès-Frisbey nel cast; "Vergine giurata", opera prima di Laura Bispuri con Alba Rohrwacher, prodotta dalla Vivo Film con la Colorado Film Production in co-produzione con la svizzera Bord Cadre Films, la tedesca The Match Factory Production e l’albanese Erafilm; "Everest", il film diretto da Baltazar Kormákur, un vero e proprio kolossal in 3D prodotto dalla produzione anglo-americana Working Title Films Ltd., Walden Media e Cross Creek Pictures, che vede nel cast star hollywoodiane come Josh Brolin, Jake Gyllenhall e Jason Clarke.

L’Alto Adige aspetta però anche altre nuove produzioni: la Paco Cinematografica porterà il set del nuovo film di Giuseppe Tornatore che, dopo La migliore offerta, torna in Alto Adige per lavorare a "La corrispondenza", interpretato da Blake Lively e Jeremy Irons; la co-produzione italo-francese Mir Cinematografica/Aeternam Films allestirà il set di "Bianco", il film di Daniele Vicari che avrà nel cast Elio Germano e Luca Argentero; la bolognese tempesta produrrà "Fräulein", opera prima di Caterina Carone, vincitrice della prima edizione del BLS Script Lab RACCONTI, e interpretata da Christian De Sica e Lucia Mascino; anche la tedesca Roxy Film, insieme all’austriaca EPO Film, tornerà in Alto Adige per le riprese invernali del film per la tv "Luis Trenker – Der schmale Grat der Wahrheit" di Wolfgang Murnberger.

Anche in questo nuovo anno che sta per arrivare la BLS orienterà dunque il suo sguardo verso quei mercati interessanti per il territorio, continuando a lavorare per incentivare nuove co-produzioni tra Italia e paesi di lingua tedesca, sfruttando il bilinguismo dell’Alto Adige e la sua posizione geografica di confine.

La presenza di queste e tante altre produzioni ha trasformato negli anni l’Alto Adige in un territorio molto ricettivo dal punto di vista cinematografico, sviluppando le condizioni favorevoli per la nascita di nuove strutture. Ne è un esempio la casa di produzione Makido di Vienna che, quest’anno, ha aperto una sede a Bolzano.

I film sostenuti dalla BLS anche quest’anno hanno raccolto riscontri più che positivi nei vari festival italiani e internazionali. Sono, infatti, più di 50 i festival ai quali alcune di queste opere hanno partecipato nel 2014.

Alla 64. Berlinale hanno partecipato due film sostenuti dalla BLS: "Fieber" di Elfi Mikesch, in concorso nella sezione Panorama e "Das finstere Tal", il film di Andreas Prochaska presentato nella sezione Special Gala e di recente vincitore agli EFA, European Film Awards, del premio per i Migliori costumi e quello per la Miglior scenografia.

Al Festival di Cannes sono stati presentati altri due progetti finanziati dalla BLS: "Clouds of Sils Maria", di Olivier Assayas con Kristen Stewart, Juliette Binoche e Chloë Grace Moretz, nel Concorso ufficiale e "Force Majeure", il film diretto da Ruben Östlund, vincitore del Premio della Giuria nella sezione Un Certain Regard. Il primo ha appena ricevuto il prestigioso premio francese Louis Delluc assegnato ogni anno da una giuria di critici cinematografici e importanti personalità del cinema presieduta da Gilles Jacob; mentre il secondo, dopo aver partecipato anche al Toronto International Film Festival, ha ricevuto due nomination agli EFA, quella per il Miglior regista e per il Miglior film europeo. Ma il successo del film di Ruben Östlund è arrivato anche oltreoceano, dove si è appena aggiudicato la candidatura al Golden Globe per il Miglior film in lingua straniera oltre ad essere il candidato agli Oscar della Svezia per la stessa categoria.

Il documentario "I want to see the manager", diretto da Hannes Lang ha recentemente vinto il premio “Gli imperdibili” al Festival dei Popoli di Firenze.

"Chrieg", il film di Simon Jaquement, ha partecipato al Torino Film Festival e al Festival International du Film di Marrakech, dove si è aggiudicato il Premio della Giuria e il Premio per il Miglior attore protagonista. "Blutgletscher – The Station" di Marvin Kren, dopo aver partecipato al Festival di Toronto nel 2013, ha partecipato quest’anno al Max Ophüls Preis Festival, il concorso cinematografico dedicato ai giovani cineasti tedeschi.

Per il 2015 è stata riconfermata alla BLS la gestione di un Fondo di 5 milioni di Euro, messo a disposizione dalla Provincia Autonoma di Bolzano e finalizzato al sostegno delle produzioni cinematografiche e televisive realizzate totalmente o in parte sul territorio provinciale. Le scadenze per richiedere il contributo per tutti i tipi di finanziamento saranno 3: 28 gennaio 2015, 6 maggio 2015 e 23 settembre 2015. Per usufruire del finanziamento della BLS è necessario che le produzioni reinvestano sul territorio almeno il 150% del contributo ricevuto, che può essere richiesto come finanziamento per la produzione o per la pre-produzione.

La BLS è attiva sul territorio non solo con il Film Fund ma anche con numerose attività che organizza durante il corso dell’anno, tutte riconfermate nel 2015: INCONTRI, il Co-production Meeting che si svolge ad Aprile, lo Script Lab RACCONTI e infine il location tour PLACES.

Primo importante appuntamento del 2015 sarà alla 65. Berlinale, dove la BLS sarà presente, al fianco delle altre Film Commission italiane, presso il Padiglione italiano dell’European Film Market al Martin Gropius Bau di Berlino, per incontrare produttori interessati a girare lungometraggi, documentari o serie TV su territorio altoatesino.

18/12/2014, 18:04