CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

FESTIVAL DI ROMA 9 - "Buoni a Nulla"


Presentato il film di Gianni Di Gregorio che con la solità leggera ironia racconta avventure e cambiamenti di un uomo tranquillo. In sala dal 23 ottobre


FESTIVAL DI ROMA 9 -
Gianni Di Gregorio a Roma con il suo "Buoni a Nulla"
Gianni Di Gregorio entra in un mondo poco frequentato dal nostro cinema, quello degli impiegati, che dopo i Fantozzi di Salce non sembra aver più suscitato interesse tra i narratori italiani.
Di questo esercito di imboscati incapaci, pigri e sopravvalutati, fa parte Gianni, impiegato in un ufficio pubblico nel centro storico della Capitale che si vede posticipare di tre anni l'età della pensione, ormai vicinissima, e viene trasferito in un moderno e apparentemente efficiente ufficio di periferia.

All'inizio il suo carattere remissivo e i suggerimenti della figlia e dell'ex moglie, gli fanno valutare negativamente l'evento ma la scoperta che in realtà i meccanismi del nuovo lavoro non sono così differenti dai precedenti, Gianni decide di dare una svolta alla sua esistenza, di non assecondare le bizzarre pretese di chiunque e di imparare finalmente a dire no.

"Buoni a nulla" è un film sul cambiamento, un romanzo di formazione per pigri anziani, una dimostrazione che le novità non sono sempre negative come appaiono ma che spesso possono portare a significativi miglioramenti della vita.

Di Gregorio mostra con ironica leggerezza (apparente) che giudizi e pregiudizi limitano l'esistenza e che tutto ciò che non consideravamo gradevole potrebbe riservare sorprendenti miglioramenti. Persone, eventi e situazioni davanti alle quali abbiamo storto il naso per tutta la vita, forse non sono così male come crediamo.
Malgrado a un primo sguardo il film possa apparire superficiale, in realtà è un bel quadro sul cambiamento e sulla necessità, ad ogni età, di non fossilizzarsi sulle abitudini.

Grazie anche ad un cast indovinato, con Marco Mazzocca e Marco Messeri partner ideali di Di Gregorio (e della sua flemma) e con Valentina Lodovini nei giusti panni della giovane impiegata, "Buoni a Nulla" poteva sicuramente essere un ottimo film d'apertura, giusto per un festival dove di autori significativi e di film di qualità c'è davvero bisogno.

18/10/2014, 12:29

Stefano Amadio