I Viaggi Di Roby

Terminato l'ArTelesia Film Festival 2014: i vincitori


Terminato l'ArTelesia Film Festival 2014: i vincitori
"Artelesia un festival nobile"
Così lo ha definito l’attore e regista Massimo Wertmuller ospite del festival intervistato da Rai tre durante la serata del 20. - "Mi sono trovato in un bellissimo angolo di mondo nel quale il cinema sociale si coniuga con l’eleganza delle scelte artistiche. Un’organizzazione perfetta che affronta e sopporta le difficoltà inevitabili legate alla carenza di fondi destinati alla cultura con nobiltà d’animo perché il motore di tutto è Francesco, che ha scelto di valorizzare la propria diversità attraverso il cinema".

Sabato, già dalle 19 su viale Traiano, una folla di appassionati e di curiosi attendeva gli attori e i registi ospiti del Festival, ma dopo le 20.30 il red carpet non transennato ma semplicemente delimitato da installazioni floreali e candele in vasi di terracotta è stato letteralmente invaso dalla folla che ha partecipato ad un evento più unico che raro per Benevento: vedere, parlare e fotografarsi con registi gli attori del piccolo e grande schermo. Oltre a Wertmuller ospiti del Festival Cesare Bocci, Edoardo Leo, Sabrina Paravicini, Lucia Batassa, Anna Ferruzzo, Anita Zagaria, Pino Quartullo ,Elena Bouryca e i registi dei film e dei cortometraggi, e una valida giuria di settore costituita da Carlo Alberto Cucchini, uno tra i più importanti casting director italiani, Alessandro Zizzo regista e vincitore lo scorso anno della sezione Divabili, e i registi e produttori Simone Isola e Andrea Costantino, l’attrice Anna Ferruzzo, ricordata dal grande pubblico per il ruolo i di mamma di Checco nel film "Cado dalle nubi" e nel ruolo di psicologa della famosa fiction Braccialetti Rossi e Luigi lombardi, musicista e compositore.

Vincitori della settima edizione per la sezione Divabili il cortometraggio “Il sorriso di Candida “ di Angelo Caruso e Rita Bugliosi”, per la sezione Filmmaker indipendenti “Carlo e Clara” di Giulio Mastromauro, e il film-documentario spagnolo “El circulo de Raynard” di Manuel Vidal e Maria Valle. Durante la serata di premiazione, presentata dall’attrice Silvia Bilotti, svoltasi nella sala del cinema San Marco, la proiezione dei trailer dei film in nomination è stata intervallata dall’esecuzione musicale e canora di alcune tra le più famose colonne sonore di film celebri, a Maura Minicozzi e da coreografie ideate e dirette da Carmen Castiello.

La serata è stata l’epilogo trionfale di una giornata interamente dedicata al cinema e alle Scuole ed Università , quali interlocutrici privilegiate. Gli studenti dell’Istituto Superiore Guacci, dell’Istituto Comprensivo Pascoli, dell’Istituto “Galilei- Ferraris di Empoli, dell’Università del Sannio, dell’Esn Maleventum, dell’Associazione Universitaria Eta beta Gamma, e altri giovani appassionati di cinema, hanno seguito lo stage “Dal foglio allo schermo” tenuto dal regista Alessandro Derviso. Durante e dopo il workshop sono stati proiettati il film “L’ultima ruota del carro” di Giovanni Veronesi, “Smetto quando voglio” Sydney Sibilia con protagonista Edoardo Leo e il cortometraggio “Recuiem” di Valentina Carnelutti.

"La scelta, quest’anno, di Benevento per la serata finale del Festival tenutosi dal 20 al 29 marzo, si è rivelata ottima", - sostiene la Direttrice del Festival, Mariella De Libero, "in quanto la città, vivendo per la prima volta l’emozione del red carpet, con fotografi , riprese televisive e la meravigliosa ripresa dall’alto con il drone, è sembrata più vicina al cinema e ad un evento internazionale che privilegia quello di impegno sociale e civile".

22/09/2014, 17:00