Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

Note di regia di "Winx Club: Il Mistero degli Abissi"


Note di regia di
Con il film “Winx Club – Il Mistero degli Abissi” le Winx festeggiano i loro primi dieci anni di vita. È un traguardo incredibile per una produzione animata, e ancor di più per una produzione italiana. Sono particolarmente orgoglioso di questo risultato, e se ripenso a quando abbiamo iniziato questo lungo viaggio, arrivare a festeggiare oggi questi dieci anni è davvero una soddisfazione immensa legata ad una grande emozione.

Dopo i due lungometraggi cinematografici, le sei serie televisive, il successo della nostra linea di giocattoli e i parchi a tema, questo terzo film delle Winx al cinema è un’occasione unica per festeggiare l’affetto dei nostri fan in tutto il mondo. È un’occasione, inoltre, per ringraziare tutte le persone che ci hanno sempre seguito e che, con il loro sostegno, hanno permesso alle Winx di volare sempre più in alto. Dal punto di vista artistico, nell’affrontare questo film la prima domanda che mi sono posto è stata proprio quella della storia da portare al cinema.

Ci tenevo che il film del decennale fosse un importante tassello nell’universo delle Winx e che raccontasse una storia un po’ diversa dai due precedenti capitoli. Al tempo stesso, desideravo realizzare un film divertente, spettacolare, pieno d’avventura e che fosse il riassunto di tutto il mondo una sintesi ricca di tutte le emozioni del mondo di Bloom, Stella, Flora, Musa, Tecna e Aisha. “Winx Club – Il Mistero degli Abissi” nasce così dalla volontà di raccontare un’avventura delle Winx all’ennesima potenza, una favola moderna, qualcosa in cui le nostre fate mostrassero le loro qualità migliori, e che da sempre le contraddistinguono, come l’altruismo, il coraggio e la simpatia. Per questo, ho scelto come ambientazione della nostra nuova storia l’Oceano Infinito, una delle Dimensioni Magiche preferite dal nostro pubblico. Un luogo colorato e bellissimo, così affascinante eppure così fragile.

L’Oceano Infinito è, ovviamente, una metafora agli oceani della terra, sempre minacciati dal comportamento sconsiderato degli esseri umani che inquinano e distruggono senza rendersi conto del danno che provocano. Il collegamento è stato naturale. Nel nuovo film le Trix, le cattive-antagoniste storiche dell’universo di Magix, arrivano a distruggere un paradiso di una bellezza unica. Anzi, le Trix possono mettere a repentaglio l’equilibrio dell’Oceano Infinito proprio grazie al fatto che gli umani, prima di loro, hanno già ‘minacciato’ il fragile equilibrio dei nostri mari. L’unione dell’Oceano Infinito e delle Trix, il tema dell’inquinamento, le Winx al salvataggio di tutta la Dimensione Magica...

Ho capito di essere sulla strada giusta. Mancava però un cattivo che fosse memorabile e all’altezza dell’occasione. Ho recuperato così un personaggio apparso sulla quinta stagione, che aveva una storia molto interessante ma che avevamo forse sviluppato troppo poco, costretti nei tempi brevi degli episodi di una serie. Politea, una ninfa rinnegata che era stata maledetta per la sua troppa avidità. Cosa sarebbe successo se fosse tornata? In che modo avrebbe cercato di sfruttare a proprio vantaggio lo squilibrio nell’Oceano Infinito provocato dalla stupidità e dall’avidità degli esseri umani? Politea era una scelta perfetta per incarnare tutto ciò che di detestabile possiamo fare noi esseri umani.

Le Winx hanno un pubblico che le segue molto giovane, allargato ovviamente alle famiglie, e ci tenevo che questo nuovo film fosse avventuroso, divertente ma che avesse anche un messaggio molto forte. Con le Trix, Politea e il ritorno di Tritannus, il malvagio Imperatore dell’Oceano Infinito e vecchia conoscenza dei fan, avevamo dei cattivi che potevano dare del filo da torcere alle nostre fate. Le Winx si trovano costrette così a sventare il terribile piano di Politea per salvare l’Oceano Infinito. Per farlo, dovranno recuperare un oggetto magico di incredibile potere, la Perla delle Profondità. La Perla è andata perduta molto tempo fa e le nostre fate dovranno affrontare pericoli mai visti per recuperarla.

Per riuscirci, dovranno mettere in gioco sé stesse, affidandosi ai valori che da sempre le contraddistinguono. L’amicizia tra le Winx è fondamentale per sventare i piani dei loro avversari, che invece sono divisi e non si fidano l’uno dell’altro. Ed è fondamentale anche il tema della magia, la magia che è in ognuno di noi. Ma la magia del singolo non basta, ci vuole la cooperazione di tutti per farcela contro le terribili avversità della vita. E le Winx, amiche per la pelle, hanno una marcia in più rispetto ai loro avversari. Gli elementi di una vera storia “Winx” c’erano tutti. La magia, l’amicizia, un messaggio importante e, soprattutto, tanto divertimento. Le Winx erano pronte per tornare a volare al cinema. Ma tra l’ideazione del soggetto e l’arrivo in sala c’è molto lavoro e alla Rainbow, arrivata ormai al suo quarto lungometraggio, lo sappiamo bene.

Ogni film è una sfida unica che ci impone di migliorarci artisticamente e produttivamente. Migliorano gli standard dei nostri competitor e il nostro pubblico non si aspetta altro da noi se non un prodotto di qualità. Per questo, la produzione di questo film ha impiegato alcune tra le eccellenze nazionali e internazionali, per un prodotto italiano pronto ad approdare in tutto il mondo.

L’idea che così tante persone nel mondo potessero emozionarsi con un prodotto italiano è uno dei motivi principali che mi ha spinto a voler realizzare questo film come produttore, oltre come autore. Spero che il pubblico apprezzi il nostro impegno e che milioni di bambini di tutto il mondo continuinino ad emozionarsi ed appassionarsi alle avventure delle Winx proprio come è accaduto in questi dieci anni.

Iginio Straffi