TersiteFilm
!Xš‚‰

VENEZIA 71 - Due sedie vuote nella giuria


VENEZIA 71 - Due sedie vuote nella giuria
Ci saranno due sedie lasciate simbolicamente vuote tra quelle della Giuria internazionale di Venezia 71, e saranno per la regista e attrice iraniana Mahnaz Mohammadi e per il regista ucraino Oleg Sentsov, entrambi attualmente in prigione, la prima in Iran, il secondo in Russia. La Giuria di Venezia 71, presieduta da Alexandre Desplat, assegnerà il Leone d'oro per il miglior film e gli altri premi ufficiali della 71. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia (27 agosto - 6 settembre 2014).

La regista iraniana Mahnaz Mohammadi, che da anni lotta per il riconoscimento dei diritti delle donne nel suo paese, è stata arrestata dalle autorità locali il 7 giugno 2014 per la quarta volta dal 2007. La regista è stata condannata a cinque anni di prigione con l'accusa di aver messo in pericolo la sicurezza nazionale e per propaganda contro il governo iraniano. La Film Directors' Guilde francese (SRF) ha promosso una petizione firmata da centinaia di registi da tutto il mondo, inclusi Asghar Farhadi, Xavier Dolan, William Friedkin, Céline Sciamma, oltre a molti festival e associazioni di cinema, richiamando così l'attenzione sulla situazione della giovane artista - che respinge ogni accusa - simile a quella del regista connazionale Jafar Panahi, Leone d'oro a Venezia nel 2000.

Il regista ucraino Oleg Sentsov è stato invece arrestato lo scorso 11 maggio dai servizi di sicurezza russi, accusato di aver compiuto atti terroristici, dai quali si dichiara completamente estraneo. Il regista è stato portato a Mosca, dove è detenuto in attesa del processo. Nonostante un appello promosso dalla European Film Academy firmato da 20 registi tra cui Pedro Almodovar, Ken Loach, Mike Leigh e Roberto Benigni, gli è stato negato il rilascio su cauzione e rimarrà in prigione fino a ottobre, quando si terrà il processo. Rischia venti anni di detenzione. Il regista si era apertamente opposto all'annessione della Crimea da parte della Russia.

Le sedie di questi due giurati saranno lasciate vuote durante i lavori della Giuria per l'intera durata della Mostra, a simboleggiare la loro assenza e la solidarietà che la Mostra vuole loro dimostrare.

29/08/2014, 11:32