Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

FRANCOFILM Quinta Edizione - I Vincitori


Il cinema africano è il trionfatore della quinta edizione del FrancoFilm, il festival riservato alle opere di autori appartenenti ai Paesi aderenti all’Organizzazione internazionale della francofonia e svoltosi a Roma marzo nella sala dell’Institut français di San Luigi dei Francesi.


FRANCOFILM Quinta Edizione - I Vincitori
Il tunisino Millefeuille di Nouri Bouzid ha vinto il Grand prix du jury, il marocchino Les chevaux de Dieu di Nabil Ayouch ha avuto la Mention spéciale e il senegalese La pirogue di Moussa Touré ha conquistato il pubblico ed il suo riconoscimento.

La giuria presieduta da Romano Milani Segretario Generale del Sindacato Giornalisti Cinematografici e composta da Vito Zagarrio regista e storico del cinema e da Georgette Ranucci responsabile acquisti della Luckyred, ha assegnato il Gran prix a Millefuille “perché mette al centro della vicenda due giovani donne che, dopo l’esplosione della primavera araba e le speranze che essa ha acceso, lottano per difendere la propria emancipazione e il proprio diritto alla libertà dai rigurgiti dell’integralismo. Un film che coniuga l’attenzione al Femminile con una profonda riflessione sulle urgenze della Storia”.

La Mention è andata a Les chevaux de Dieu “per lo sguardo dolente sull’universo dell’adolescenza, attraverso la vicenda di due giovanissimi (stavolta due protagonisti maschili) la cui storia emblematica fotografa, con uno stile intenso e serrato, una fase e una condizione drammatiche del mondo contemporaneo”.
Le opere presentate in concorso alla quinta edizione del FrancoFilm (alla selezione ha collaborato Nolwenn Deslisle) sono state 11, inedite in Italia, provenienti da altrettanti Paesi: Belgio (Les géants di Bouli Lanners), Bulgaria (Eastern plays di Kamen Kalev), Canada-Quebec (Camion di Rafaël Ouellet), Francia (Sport de filles di Patricia Mazuy), Libano (Asfouri di Fouad Alaywan), Lussemburgo (Mobile home di François Pirot), Romania (Se voglio fischiare, fischio di Florin Serban) e Svizzera (Cyanure di Séverine Cornamusaz) oltre i tre vincitori.
Le proiezioni, a ingresso gratuito, dei film in lingua originale ma sottotitolati in italiano o in francese, si sono svolte nella sala cinematografica dell’Institut français di Roma - 120 posti quasi sempre tutti esauriti - qualificando, ancora una volta, il FrancoFilm come importante veicolo di conoscenza per il pubblico di cinematografie cui sono negati i circuiti commerciali nonostante la qualità professionale e la forza e l’attualità delle tematiche.
 Il Francofilm è organizzato dall’Institut français – Centre Saint-Louis diretto da Nicolas Bauquet in collaborazione con le Ambasciate e rappresentanze diplomatiche di Paesi membri e osservatori dell'Organizzazione Internazionale della Francofonia e con il sostegno di Air France, IF Cinema, IED Roma, Vinoteca al Rinascimento e Italia di Gusto.

25/03/2014, 09:53

La Redazione